Las Vegas capitale dell’hi-tech: arrivano i baristi-robot (italiani) e le prenotazioni alberghiere su Facebook Messenger
A
Ospita ogni anno il CES, la più grande fiera internazionale dell’elettronica di consumo, che proprio nell’edizione di quest’anno, a gennaio, aveva puntato i riflettori sulle tecnologie legate alla robotica e ora Las Vegas applica le ultime novità dell’hi-tech anche alla propria offerta ricettiva.

La notizia è l’imminente apertura del Tipsy Robot, il primo bar “operato” da robot: situato all’interno del centro commerciale Miracle Mile Shops, offrirà ai clienti un’ampia scelta di drink, da ordinare attraverso la app dedicata. A prendere in carico l’ordinazione saranno i due robot “gemelli” al bancone, che si occuperanno di miscelare, shakerare, versare e guarnire i cocktail con coreografie che promettono un’inedita tipologia di intrattenimento. L’aspetto interessante è che il bar bionico è fornito dall’azienda torinese Makr Shakr (fondata da Carlo Ratti, direttore del SENSEable City Lab del MIT di Boston), che dopo i primi test sulle navi da crociera di Royal Caribbean introduce ora la novità anche sulla terraferma.

Ma Las Vegas si porta avanti anche sul fronte dell’hotellerie: dopo l’introduzione del mobile check in, modalità che la Las Vegas Convention and Visitors Authority conferma essere già largamente adottata nei principali resort della destinazione, arriva ora la possibilità di prenotare anche attraverso Facebook Messenger. The Venetian sarà il primo resort indipendente a lanciare la prenotazione delle camere tramite un’app social.

Commenta su Facebook

Altro su...

Tecnologia