Acqui Terme ricerca un operatore per costituire il convention bureau cittadino, l’obiettivo è valorizzare il centro congressi
A
Il Comune di Acqui Terme ha aperto un bando di gara per individuare un operatore con esperienza nel settore congressuale cui affidare la costituzione di un convention bureau che inserisca la località piemontese nel circuito delle destinazioni per eventi partendo dalla valorizzazione del suo centro congressi.

La volontà degli amministratori consiste infatti nel promuovere l’offerta congressuale cittadina dotandola di una regia comune che sappia sfruttare le potenzialità del centro congressi. Gestita direttamente dal Comune, la struttura è stata realizzata nel 2009, sorge a 500 metri dal centro città e ha una capacità di 1.000 persone.

Obiettivo del bando è quindi selezionare un soggetto che curerà la startup del bureau e che, lavorando a stretto contatto con l’Ufficio del Turismo del Comune, avrà il compito di costituire un registro delle imprese locali del settore con cui avviare la collaborazione, preparare i dossier di candidatura, organizzare i sopralluoghi al centro congressi, ricercare clienti corporate e di associazioni, organizzare la partecipazione a fiere e workshop di settore, realizzare materiali informativi e promozionali, aggiornare i database, controllare la qualità del sistema di accoglienza e delle fasi organizzative dei congressi, organizzare fam trip e conferenze stampa.

Il bando è aperto a singoli professionisti, imprese e gruppi di imprese: la cifra posta come base della gara al ribasso è di 30mila euro (Iva inclusa) annui e il contratto avrà durata di 2 anni, prorogabile per un altro anno. Il termine per la presentazione delle offerte all’Ufficio Protocollo del Comune di Acqui è fissato per le ore 12 del 12 luglio 2017.

Sotto, da scaricare, il bando di gara e il capitolato tecnico.

Commenta su Facebook