Il Sicilia Convention Bureau annuncia i nuovi soci e il nuovo CdA: a 21 operatori la quota di maggioranza, comincia un nuovo corso
A

Nuovo cda Sicilia Convention Bureau

Sono 21 gli operatori siciliani del comparto turistico-congressuale che hanno rilevato da UniCredit la quota di maggioranza del Sicilia Convention Bureau, eleggendone il nuovo consiglio di amministrazione e disegnandone le nuove linee strategiche di indirizzo. L’operazione di riorganizzazione societaria, che ha di fatto “normalizzato” un bureau “insolito” – costituito, gestito e finanziato da un istituto bancario – è avvenuta a fine gennaio, ma i nomi dei nuovi soci, insieme ai componenti del consiglio di amministrazione, sono stati resi noti solo venerdì scorso nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Palermo.

Gli operatori (ognuno dei quali ha una quota non superiore al 5%) detengono ora, insieme alla Camera di Commercio di Palermo, l’85% delle partecipazioni societarie; a UniCredit rimane il 15%, parte del quale verrà rilevato da un ulteriore operatore che entrerà a breve nella compagine societaria. "Sono molto orgoglioso del risultato raggiunto” ha commentato Vincenzo Tumminello, manager UniCredit riconfermato alla presidenza del bureau. “Sicilia Convention Bureau sta smentendo il pregiudizio che ritiene i siciliani incapaci di fare squadra. Di questo devo ringraziare i soci, tutti portatori di idee prima che di risorse finanziarie, ma anche gli affiliati e i tanti nuovi operatori che stanno entrando nel circuito. E un ringraziamento va anche a Unicredit, che continua a supportare il bureau con risorse umane e finanziarie".

I nuovi soci – che rappresentano alberghi, agenzie e fornitori di servizi – sono, in ordine alfabetico, Orazio Calabretta (Exposistem Allestimenti), Francesco Cancaro (Team Eventi), Roberto Celli (Beni Culturali), Giovanni Di Giovanni (Gruppo Alberghiero Costa degli Ulivi), Gianpaolo Galipò (Saistours), Ornella Laneri (Fondazione Mediterraneo Antico), Daniele Murabito (Castello San Marco), Giuseppe Pagano (Travelcaf), Antonio Perdichizzi (Tree), Liliana Piccirillo (Studio Exedra), Sebastiano Russotti (Russottfinance), Nico Torrisi (Grand Hotel Baia Verde), Fabio Vajana (Servizitalia), il Verdura Resort di Sciacca, Salvo Zappalà (Saracen Sands Resort & Congress Center) e Mario Faro (Radicepura) che rileverà parte delle quote rimaste a Unicredit.

A questi si aggiungono i 4 membri eletti nel nuovo consiglio di amministrazione presieduto da Tumminello: Laura Lo Mascolo (Interlude Hotels & Resorts), Alessia Milella (Biba Congressi), Barbara Mirabella (Expo) e Giuseppe Sezzi (Grand Hotel Villa Itria).

La riorganizzazione avvia un nuovo corso anche nella comunicazione, con un nuovo logo realizzato dal designer Francesco Sapuppo, ma soprattutto nelle linee strategiche, che vedono al primo posto una nuova programmazione con obiettivi di promo-commercializzazione sia verso i mercati europei consolidati sia verso i nuovi mercati (per la Sicilia degli eventi) di India, Usa, Russia e Scandinavia.

Il bureau darà poi il via a una nuova strategia di comunicazione offline e online e al rinnovamento del sito web, proseguirà nell’ampliamento del proprio raggio d’azione anche al segmento leisure, rafforzerà i rapporti istituzionali sul territorio e intensificherà le relazioni commerciali con il segmento associativo, mantenendo saldo il timone anche sul comparto degli eventi corporate.

Commenta su Facebook