Dubai pronta a lanciare i taxi-drone: i veicoli volanti che si guidano da soli cominceranno a operare il prossimo luglio
A
I taxi volanti diventano realtà. O, per lo meno, lo diventeranno presto, pare addirittura il prossimo luglio. Succederà a Dubai, dove droni capaci di guidarsi da soli entreranno in servizio per trasportare i passeggeri da una parte all’altra della città. L’iniziativa è stata annunciata dall’autorità emiratina per i trasporti come parte di un più ampio piano che punta, entro il 2030, a trasferire su veicoli senza conducente il 25% di tutti gli spostamenti urbani, facendo di Dubai la città più “smart” del mondo.

I droni che a partire dall’estate opereranno il servizio taxi sono prodotti dall’azienda cinese Ehang: i test effettuati dall’autorità dei trasporti di Dubai si sono focalizzati sul modello a otto rotori Ehang 184, capace di trasportare una persona (più la sua borsa) per un volo di massimo 23 minuti. Il drone vola senza pilota umano: il passeggero deve semplicemente selezionare la sua destinazione, fra una serie di itinerari prestabiliti, attraverso il touchscreen posizionato di fronte al sedile, e godersi il viaggio.

Il veicolo, assicurano, da Dubai, è ultrasicuro, comunica attraverso canali crittati e dispone di un sofisticato sistema di rilevazione dei malfunzionamenti: in caso di guasto, il drone è programmato per atterrare nella più vicina stazione.

Commenta su Facebook