Firenze Convention and Visitors Bureau: nel 2016 acquisiti 10 congressi internazionali, porteranno alla città 4,8 milioni di euro
A

Carlotta Ferrari

È stato un anno di grande attività sul fronte dell’incoming di congressi ed eventi, che si è chiuso con risultati di cui la città è più che soddisfatta. Nel 2016 il Firenze Convention and Visitors Bureau ha presentato 55 candidature per ospitare congressi internazionali vincendone 10, dieci congressi che nei prossimi anni porteranno alla città 4,8 milioni di euro in spesa per servizi e pernottamenti. E l’impatto potrebbe ancora aumentare, perché alcuni dei congressi per cui Firenze è in gara non sono ancora stati assegnati.

A contribuire al risultato anche l’incentivo a supporto delle candidature di 60mila euro in servizi, messo a disposizione dal bureau grazie alla collaborazione con il Comune e con i soci Firenze Fiera per gli spazi congressuali, Gerist per i servizi di catering e Tecnoconference TC Group e SSD Grafiche per i servizi tecnici e gli allestimenti.

I congressi ospitati nel corso del 2016 hanno invece generato una ricaduta economica di 16 milioni di euro: merito anche di due eventi medici di grandi dimensioni, il congresso WUWHS da 5mila delegati e quello di cardiologia Heart Failure con 6mila partecipanti. In totale, nel 2016 sono transitati dalle strutture congressuali di Firenze Fiera più di 77mila congressisti.

“I risultati sono in crescita grazie a molti fattori” commenta la direttrice del Firenze Convention and Visitors Bureau Carlotta Ferrari. “Il nostro piano incentivi, la sinergia che si è creata tra i big player del settore e la partnership con il Comune, elementi che hanno rafforzato Firenze come destinazione per congressi ed eventi rendendola sempre più competitiva rispetto ad altre destinazioni europee”.

Commenta su Facebook