Il Convention Bureau Italia amplia la rappresentatività: fra i nuovi soci anche il MiCo di Milano
A
Un inizio d’anno decisamente positivo per il Convention Bureau Italia, che nel mese di gennaio ha visto l’ingresso di molti nuovi soci e ampliato ulteriormente la propria rappresentatività sul mercato internazionale dove promuove il paese come destinazione per eventi.

Il primo successo è l’ingresso nel bureau del MiCo, il centro congressi gestito da Fiera Milano Congressi: un’adesione importante non solo perché è il più grande centro congressi d’Italia e uno dei più grandi d’Europa, ma anche perché è un player “di peso” e la sua adesione, di fatto un riconoscimento del lavoro svolto finora dal bureau, ha un significato rilevante per il sistema congressuale italiano. Da Milano si è associato anche l’hotel Ramada Plaza unendosi agli alberghi già presenti, e la città comincia così a essere rappresentata in tutto il suo potenziale.

L’elenco dei nuovi soci prosegue con il network Lake Como Events (di cui fa parte anche il centro congressi Villa Erba) che, insieme agli hotel Barchetta Excelsior, Centrale, Como, Cruise e Palace porta all’interno del Convention Bureau Italia la destinazione Lago di Como, da sempre ambita dal mercato internazionale. Da segnalare anche l'adesione dell’Hilton Sorrento Palace, dove si trova uno dei centri congressi alberghieri più grandi del sud Italia.

Sul fronte delle agenzie – che non rappresentando un terriorio specifico non aderiscono al bureau come soci, ma come “preferred partner” –  i nuovi ingressi di inizio anno riguardano AmandaEeventZ, Mutika e Micromegas.

Con un 30% di nuovi soci in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, il Convention Bureau Italia porta dunque a 95 il numero di aziende affiliate, che in totale rappresentano circa 1.100 operatori, 3.500 camere d’albergo a Milano e 6.100 a Roma.

Commenta su Facebook