Firenze premia i suoi ambasciatori: il riconoscimento a 50 accademici e aziende che hanno portato eventi alla città
A
Non più solo accademici ed esponenti della comunità medica e scientifica: quest’anno Firenze ha incluso anche uomini e donne d’azienda nella rosa dei 50 premiati in qualità di “ambasciatori” della città, cioè persone che hanno promosso la destinazione contribuendo a portarvi i congressi delle proprie associazioni professionali o gli eventi delle proprie aziende.

I riconoscimenti sono stati conferiti nell’ambito del progetto Florence Academic Leader Programme (FALP) voluto dal Firenze Convention and Visitors Bureau e da Firenze Fiera con l’obiettivo di fornire agli “ambasciatori” – tutte persone che per posizione professionale hanno il potenziale di influenzare la scelta della destinazione per eventi o congressi – il supporto operativo necessario per presentare le candidature e gestire la realizzazione degli eventi. Al progetto partecipano anche le 15 agenzie di eventi e di organizzazione congressi associate al convention bureau, che hanno premiato alcuni dei loro clienti.

La cerimonia di conferimento dei riconoscimenti si è svolta il 2 febbraio a Palazzo Vecchio, nella cornice del Salone dei Cinquecento, alla presenza dell’assessore al Turismo del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, del presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi e del prorettore dell’Università degli Studi di Firenze Andrea Arnone, di fronte a una platea di oltre 150 rappresentanti del mondo accademico e di alcune tra le principali aziende fiorentine.

Premiamo la Firenze che si sa proporre e sa innovare nel mondo” ha detto l’assessore Bettarini, che ha consegnato i riconoscimenti. “Un messaggio che viaggia sulle gambe di persone dell’impresa, dell’università, della cultura. La bellezza di Firenze è il nostro più grande patrimonio, ma da sola non basta. Va organizzata in una visione anche pragmatica per portare crescita e sviluppo di qualità. È quello che stiamo facendo, insieme agli ‘ambasciatori’ di Firenze”.

Tra le aziende premiate ci sono nomi come GE Oil & Gas, Giunti Editore, Kia Motors, MEF, Panerai e Menarini, che hanno contribuito in maniera significativa a incrementare il numero degli eventi svolti in città negli ultimi anni.

Commenta su Facebook