Firenze batte Città del Capo e si aggiudica il congresso mondiale di cartografia 2021: attesi 1.500 delegati
A
Firenze vince il testa a testa con Città del Capo e si aggiudica l’edizione 2021 del congresso mondiale di cartografia, evento biennale che riunisce mediamente 1.500 specialisti della disciplina provenienti da tutti i continenti.

La candidatura della città è stata promossa dall’Associazione Italiana di Cartografia (AIC) con un progetto elaborato in collaborazione con Firenze Fiera, Firenze Convention Bureau e AIM Group – l’agenzia che curerà l’organizzazione del congresso – che ha convinto il comitato esecutivo dell’International Cartographic Association, riunitosi a inizio ottobre a Washington per selezionare la destinazione che ospiterà il congresso 2021.

L’evento si svolgerà nella cinquecentesca Fortezza da Basso e sarà l’occasione non solo per far luce sulle nuove tecniche cartografiche, ma anche per presentare al mondo la produzione cartografica italiana, fortemente innovativa. “Siamo soddisfatti di essere riusciti tutti insieme, grazie a un lavoro di squadra che ha dato ottimi risultati, a portare l’evento a Firenze” ha detto il presidente dell’AIC Giuseppe Scanu. “Vi parteciperanno ricercatori e studiosi provenienti da tutto il mondo, e l’impegno è di far sì che il congresso porti la cartografia italiana a livello internazionale, dimostrando di poter competere con i colleghi delle diverse nazioni”.

Fra i partecipanti, delegati di università e istituzioni e i rappresentanti dei 5 organi cartografici ufficiali dello Stato: l’Istituto geografico militare, l’Istituto idrografico della marina, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, il Centro di informazione geotopografiche aeronautiche e il Catasto (Agenzia delle Entrate).

Commenta su Facebook