Le 20 città più visitate del mondo: sorpasso al vertice, si sposta il baricentro del travel
A
Bangkok sorpassa Londra e per la prima volta si afferma come la città più visitata del mondo; l’Italia conferma l’ottima performance con ben 2 città fra le 20 a maggiore flusso di incoming, anche se quest’anno condivide il primato con il Giappone, anch’esso presente in classifica con 2 città. E l’analisi dei numeri indica che il travel internazionale si dirige in quantità crescente verso le destinazioni di Asia e Medio Oriente, che primeggiano per numero di visitatori, per percentuali di incremento dei flussi e per volumi di spesa generati dall’incoming.

Le città quali poli di attrazione di business e turismo
Questi, in sintesi, i dati contenuti nel Global Destination Cities Index di MasterCard, il report annuale che l'emittente di carte di credito produce per stimare i flussi di viaggio (leisure e business) e il loro impatto di spesa sulle 132 città più visitate del mondo, basandosi sui dati statistici ufficiali forniti dai singoli paesi ed elaborandoli attraverso algoritmi specifici. I numeri sono relativi al 2016 e non sono dunque “effettivi”, bensì solo previsionali. Lo studio indica che quest’anno il numero dei visitatori internazionali nelle 132 città considerate aumenterà del 5,2% rispetto al 2015, a fronte di una spesa diretta che invece crescerà “solo” del 3,5%: entrambi i valori percentuali, sottolinea MasterCard, sono comunque superiori alla crescita del Pil mondiale: 2,1 volte nel caso del numero di visitatori e 1,4 volte nel caso della spesa.

Le città più visitate del mondo
Secondo il report, Bangkok accoglierà quest’anno 21,4 milioni di visitatori internazionali, superando Londra che per la prima volta da 7 anni a questa parte passa in seconda posizione con 19,8 milioni di visitatori. Terza Parigi, nonostante tutto: la capitale francese si mostra resiliente alle minacce del terrorismo, e la previsione è che chiuderà l’anno con 18 milioni di vistatori da fuori confine. Dubai mantiene il quarto posto con 15,2 milioni di visitatori, ma la vera sorpresa è che quest’anno sarà la città che incasserà di più, con una spesa dei visitatori stimata in 31,3 miliardi di dollari che surclassa di molto quella di Londra (19,7 miliardi), New York (18,5 miliardi) e Parigi (12,8 miliardi), ai primi posti per incassi lo scorso anno. Al quinto posto New York con 12,7 milioni di visitatori, unica città degli Usa (e dell’intero continente americano) a conquistarsi un posto fra le prime 20. La top ten delle città più visitate si chiude con Singapore, Kuala Lumpur, Istanbul, Tokyo e Seul.

I nuovi baricentri degli spostamenti mondiali
I trend di crescita, indica MasterCard, sono tutti concentrati sulle città di Asia e Medio Oriente, nuovi baricentri degli spostamenti mondiali: negli ultimi 7 anni, i maggiori incrementi di flussi sono stati infatti registrati a Osaka (+24,1%) – che figura adesso al 17° posto nel mondo per numero di visitatori – Chengdu (+20,1%), Abu Dhabi (+19,8%), Colombo , in Sri Lanka (19,5%), Tokyo (+18,4%) e Riad (16,4%). In Europa la migliore performer è Amburgo, che dal 2009 a oggi ha registrato un incremento dei visitatori dell’8,7%, seguita da Berlino, Istanbul, Copenhagen e Lisbona. Interessante l’ascesa di Bucarest, all’ottavo posto in Europa per incremento di visitatori con una netta prevalenza (60%) dell’incoming legato al business travel, unico caso nel continente di città visitata più per affari che per turismo.

I trend di spesa: l’ascesa di Dubai e il record di Tokyo
Sul fronte della spesa dei visitatori il primo posto, come detto, va a Dubai, per la prima volta in cima alla classifica con una stima di incasso di 31,3 miliardi di dollari nel solo 2016. Londra scivola al secondo posto con 19,8 miliardi: la spesa media per visitatore individuale, indica il report, oggi è infatti di 2.050 dollari per viaggio a Dubai e di 994 dollari per viaggio a Londra. Terza per incassi è New York, con 18,5 miliardi, quarta Bangkok con 14,8 miliardi e quinta Tokyo, con 13,4 miliardi e il record di incremento della spesa dei visitatori, che rispetto allo scorso anno aumenterà del 27,5%.

La performance dell’Italia: Milano sale, Roma scende
L’Italia conferma l’ottima performance, con Milano e Roma fra le 20 più visitate del mondo. È l’unico paese, insieme al Giappone che ha Tokyo e Osaka, ad avere 2 città in classifica. Il posizionamento di quest’anno vede Milano in ascesa – con 7,6 milioni di visitatori è salita dal 15° al 14° posto – e Roma in discesa, con 7,1 milioni di visitatori e lo slittamento dal 14° posto dell’anno scorso all’attuale 16°. E mentre l’anno scorso Roma si era piazzata fra le prime 20 (era 19°) anche per spesa dei visitatori, quest’anno nessuna delle due destinazioni italiane  guadagna un posto nella classifica degli incassi. MasterCard indica che a Milano il 70% dei visitatori arriva per leisure e il 30% per business, mentre a Roma la percentuale è di 86 a 13; in entrambe le città la quota maggiore della spesa dei visitatori internazionali (il 40%) è dedicata dall’accommodation, mentre ristorazione e shopping assorbono ciascuno il 20% del budget.

© Event Report – riproduzione consentita con credito e link alla fonte

Commenta su Facebook