È cominciato a Firenze il WUWHS, congresso medico da 4mila partecipanti e 3 milioni di euro di impatto economico
A
È un congresso di “peso” quello che è cominciato ieri a Firenze e che proseguirà fino al 29 settembre alla Fortezza da Basso: 4mila partecipanti da tutto il mondo, 350 relatori, 93 sponsor, 37 simposi, 22 workshop, 25 focus session e 9 corsi per un impatto che a livello logistico include l’utilizzo di 10 sale in contemporanea, 4mila metri quadri di spazio espositivo e 5.500 pernottamenti alberghieri acquistati tramiti i canali ufficiali del congresso, e a livello economico porterà a Firenze oltre 3 milioni di euro di spesa diretta.

Il WUWHS, il congresso della World Union of Wound Healing Societies – il maggiore a livello mondiale dedicato alla ricerca e al trattamento delle ulcere cutanee – è stato acquisito dalla città nel 2012 grazie a una collaborazione fra diverse parti: la candidatura è stata infatti promossa da AIUC e AISLeC, le due principali società scientifiche italiane cui fa capo la disciplina, presentata dal PCO torinese Centro Congressi Internazionale e sostenuta dal Firenze Convention and Visitors Bureau, da Tecnoconference-TC Group e da Firenze Fiera, gestore della Fortezza da Basso.

Molti i fornitori di servizi coinvolti nell’organizzazione e realizzazione dell’evento, per il quale il Firenze Convention and Visitors Bureau ha ottenuto dal Comune la disponibilità gratuita di Palazzo Medici Riccardi, che ospiterà la cena organizzata per gli ambassador provenienti da tutto il mondo. Il bureau ha inoltre messo a disposizione del congresso il portale FlorenceCongressBooking per la gestione delle prenotazioni alberghiere dei partecipanti.

Soddisfatta della collaborazione Germana Garrone, amministratore delegato di Centro Congressi Internazionale: “Grazie al portale abbiamo venduto 5.500 pernottamenti, per un fatturato superiore al milione di euro, e l’interlocuzione con il Firenze Convention and Visitors Bureau è stata strategica per i rapporti con le istituzioni locali, sia la selezione dei fornitori e la scelta delle location”.

Tramite il bureau, che è partner della onlus Oxfam Italia, in occasione del congresso l'associazione SIRTES (Scuola Internazionale di Riparazione Tissutale) ha infine organizzto una maratona di raccolta di fondi che saranno in parte destinati alla popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto del 24 agosto.

Commenta su Facebook