Dubai scala la classifica delle città congressuali: nel 2016 già acquisiti 86 eventi per una ricaduta di 84 milioni di euro
A
Non solo destinazione turistica e hub del lusso più o meno stravagante: nella vision dell’emiro Mohammed bin Rashid al-Maktoum Dubai deve costruire il proprio futuro sull’economia della conoscenza e diventare un polo d’attrazione per il business, la scienza e la tecnologia. E la strada per arrivarci è quella dei congressi e degli eventi di business internazionali, che portano sì pernottamenti alberghieri, ma soprattutto competenze, professionalità, relazioni con le comunità scientifiche e imprenditoriali.

La strada è intrapresa, e i risultati cominciano ad arrivare: Dubai Business Events, il convention bureau dell’emirato, nei primi 8 mesi del 2016 ha acquisito 86 eventi internazionali, il 15% in più rispetto all’intero 2015. Gli eventi acquisiti quest’anno si svolgeranno mei prossimi 4 anni e porteranno a Dubai circa 65mila delegati da tutto il mondo, per una spesa diretta complessiva che è stata stimata in 84 milioni di euro.

Dubai è già al 14° posto nella classifica delle città congressuali stilata dall’UIA, l’unione delle associazioni internazionali, e il convention bureau punta a migliorare ulteriormente il posizionamento con il record di acquisizioni di quest’anno, sottolineando che nei 3 mesi che mancano alla fine del 2016 molte altre gare possono essere vinte.

Fra gli eventi acquisiti Dubai Business Events segnala il congresso asiatico di reumatologia 2017, la conferenza dell’Asia-Pacifico sulla sicurezza informatica, il seminario corporate della cinese Amway, che nel 2019 porterà a Dubai 10mila persone, e l’incentive di Amway Corea, con 3.500 partecipanti in arrivo nel 2017.

Imponente anche il programma ambasciatori avviato da Dubai Business Events, che attualmente coinvolge 300 esponenti del mondo scientifico, finanziario e accademico emiratino con relazioni internazionali che lavorano per portare a Dubai gli eventi delle proprie organizzazioni internazionali di riferimento e che, nel 2016, hanno contribuito alla presentazione di 35 candidature.

Commenta su Facebook