Dopo la conferenza mondiale di Wikipedia, Esino Lario si prepara a diventare destinazione per eventi
A
Esino Lario, il piccolo comune delle prealpi lombarde che a giugno, dopo aver battuto le candidature di grandi metropoli internazionali, ha ospitato la conferenza mondiale di Wikipedia, continua a investire in maniera strutturata per proporsi come destinazione per eventi.

La volontà è quella di sfruttare gli investimenti già effettuati per acquisire l’evento e, contemporaneamente, di intraprenderne di nuovi. Per dotarlo delle strutture e dei servizi necessari a ospitare la conferenza Wikipedia e i suoi oltre 1.300 delegati, in di 4 anni Esino Lario è stato completamente cablato e riqualificato. Per esempio, l’ex cinema abbandonato da decenni è oggi una sala polifunzionale da 279 posti e il palazzetto dello sport è stato ammodernato per ospitare 600 persone. Anche la questione accommodation è stata affrontata, creando un albergo diffuso di oltre 750 posti letto.

Per rafforzare l’appeal del paese quale destinazione "insolita" per eventi, l'amministrazione comunale ha avviato un progetto che prevede l’acquisto dell’ex albergo La Montanina per trasformarlo, con il contributo dei privati, in un centro alberghiero e congressuale con 119 camere. Il progetto è sostenuto da un comitato scientifico composto da docenti universitari europei, fra cui Sonia Longhi del CNRS di Marsiglia e Peter Fischer dell’ETH di Zurigo, che hanno già confermato Esino come sede dei prossimi congressi delle loro organizzazioni.

Commenta su Facebook