Firenze acquisice l’edizione 2019 del congresso internazionale sulla Digital Earth, l’evento si terrà al Palazzo dei Congressi
A

Palazzo dei Congressi, Firenze

L’annuncio è arrivato a luglio da Pechino, dove era in corso l’edizione 2016 dell’International Symposium on Digital Earth, progetto di respiro internazionale che ha l’obiettivo di costruire una rappresentazione virtuale della Terra per studiarne i fenomeni naturali e antropici e prevederne i futuri cambiamenti.

A presentare a Pechino la candidatura di Firenze, preparata da Firenze Convention and Visitors Bureau, Firenze Fiera e dal PCO Enic Meeting and Events cui farà capo l’organizzazione del congresso, è stato il dottor Paolo Mazzetti, coordinatore del comitato organizzativo locale all’interno della sezione fiorentina dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico (IIA) del CNR che ha curato la parte scientifica della candidatura.

L’evento, che si svolgerà al Palazzo dei Congressi e per il quale sono attesi 500 scienziati da tutto il mondo, arriverà in Italia per la prima volta: fondamentale per l’acquisizione è stato il rapporto del convention bureau con gli “ambasciatori” della destinazione, e in particolare il lavoro svolto da Mazzetti e dal comitato locale con la collaborazione di esponenti nazionali del settore.

“Siamo soddisfatti di essere riusciti a portare il congresso a Firenze, per la prima volta in Italia e, dopo molti anni, di nuovo in Europa” ha detto Mazzetti. “Questo ci permetterà di evidenziare l’importanza del contributo italiano e locale sui temi legati alle sfide poste dai cambiamenti globali. La collaborazione con il convention bureau e i suoi soci è stata preziosa per riuscire a proporre l’offerta più competitiva e far in modo che il council dell’International Society of Digital Earth votasse per Firenze”.

Commenta su Facebook