La camminata di Christo sul lago d’Iseo evento dell’anno: il ricettivo incassa 3 milioni in 15 giorni, alberghi alle stelle
A
Una ricaduta economica per hotel, ristoranti e case vacanze di 3 milioni di euro in 15 giorni, con un valore aggiunto di immagine che proseguirà anche il prossimo anno. Sono questi i conti in tasca a The Floating Piers, l’opera di Christo sul lago d’Iseo che è divenuta "l’evento" turistico dell’anno, fatti da JFC. Conti che si affiancano al tutto esaurito delle strutture ricettive sulla sponda bresciana del lago e al tasso di prenotazione su Booking, che è del 97% dal giorno dell’inaugurazione, lo scorso 18 giugno, fino al weekend di chiusura dell’installazione.

Dopo Expo 2015, si prevede che The Floating Piers sarà il più grande evento di massa degli ultimi anni: le previsioni parlano di un minimo di 500mila visitatori, riporta TTGitalia.com, che porterebbero il lago d’Iseo a realizzare in poche settimane quasi tutto l’incoming turistico che di solito vede passare in un anno. I dati del 2015 parlano, infatti, di 680mila presenze nell’area lungo tutto l’arco dell’anno.

Il mega evento, che è visibile in diretta grazie a una serie di webcam (qui quella del Giornale di Brescia), sta diventando un enorme vettore turistico per tutto il territorio. Anche Brescia, capoluogo di provincia, beneficia dell’onda positiva dell’evento. “L’occupazione delle camere in buona parte delle strutture ricettive del capoluogo ha raggiunto già il 70%” spiega Alessandro Fantini, vicepresidente vicario di Federalberghi Brescia. Ed è in continua crescita, anche se le tariffe stanno arrivando alle stelle, con picchi di 500 euro a notte e oltre.

Commenta su Facebook