Alla Fortezza da Basso di Firenze 6mila delegati per due congressi paralleli di cardiologia, 65 gli alberghi coinvolti
A
Il patrimonio artistico e culturale, la centralità degli alberghi, e della Fortezza da Basso (il centro congressi per grandi eventi): sono gli elementi hanno giocato a favore di Firenze determinando la scelta della European Society of Cardiology di tenervi due congressi paralleli – Heart Failure 2016 e il World Congress on Acute Heart Failure – cui sono intervenuti complessivamente oltre 6mila delegati.

I due congressi, organizzati direttamente dalla società scientifica e svoltisi dal 21 al 24 maggio, sono stati acquisiti da Firenze Fiera, che nel 2014 aveva presentato la candidatura in collaborazione con il Firenze Convention and Visitors Bureau.

All’organizzazione del duplice appuntamento hanno contribuito diversi soci del bureau, che a sua volta ha messo a disposizione alla Fortezza da Basso un desk di informazioni sulla destinazione per i delegati. L’agenzia OIC Way ha gestito l’accommodation dei partecipanti in 65 alberghi fiorentini, mentre il service Tecnoconference-TC Group ha curato i servizi audiovisivi, l’agenzia pubblicitaria SSD Grafiche ha gestito la cartellonistica e il catering Gerist si è occupato del food & beverage.

Fra le location utilizzate, anche due sedi storiche: a Palazzo Vecchio e a Palazzo Capponi all’Annunziata si sono infatti svolte le due cene più importanti, la faculty e la president dinner.

Commenta su Facebook