Le città più accessibili: 2 italiane fra le 20 nel mondo con più collegamenti aerei internazionali
A
L’accessibilità è il fattore chiave per acquisire eventi internazionali: quanto più una destinazione è accessibile, cioè direttamente collegata al resto del mondo, tanto più risulta competitiva agli occhi sia degli organizzatori che dei partecipanti, per i quali la logistica degli spostamenti è determinante in termini di tempi, costi e gestione complessiva dell’evento.

Italia secondo paese per numero di città "più collegate"
E una volta tanto, l’Italia è nelle prime posizioni: insieme al Regno Unito, è il secondo paese del mondo per numero di città “altamente” collegate. Il primo è la Germania, che vanta 4 città (Francoforte, Monaco, Dusseldorf e Berlino) fra le 20 meglio collegate del pianeta, mentre Italia e Regno Unito – con Roma e Milano per l’una, Londra e Manchester per l’altro – ne hanno due ciascuno nella fascia alta della classifica.

I trend dell'accessibilità aerea
Il ranking delle città meglio collegate del mondo è stato elaborato dall’australiana Rome2rio, che ha contato a quante destinazioni estere (rispetto ai propri confini internazionali) ognuna delle 1.212 città del mondo dotate di aeroporti internazionali è collegata con voli diretti. Il confronto fra la situazione di inizio 2016 e quella di aprile 2014 rivela che a livello globale l’accessibilità delle destinazioni è in ascesa: negli ultimi due anni 724 città hanno incrementato il numero di collegamenti internazionali, e solo 201 li hanno ridotti. In genere, spiega Rome2rio, il calo di collegamenti è dovuto a guerre o situazioni di grande crisi che riducono la domanda di viaggio: due casi emblematici sono quello di Kiev, che in due anni ha perso 23 collegamenti internazionali a causa del conflitto con la Russia, e di Caracas, in procinto di essere cancellata dalle mappe dei vettori internazionali per via della grave crisi economica che sta investendo il Venezuela e azzerando sia la domanda di viaggio sia il valore della valuta locale.

Il traino dei grandi eventi
Il report di Rome2rio ha inoltre rilevato che le città “di secondo livello”, soprattutto cinesi, sono quelle più spingono di più sui nuovi collegamenti, a fronte di una forte domanda interna sia business che leisure: Guangzhou, per esempio, in soli due anni ha aperto nuovi collegamenti con 12 destinazioni internazionali. Anche i grandi eventi sono una spinta verso una maggiore accessibilità: per i Commonwealth Games che ha ospitato nel 2014, Glasgow ha aperto 21 tratte internazionali ed è ora collegata direttamente a 76 città del mondo contro le 55 di due anni fa.

A Londra e all'Europa il primato mondiale
La città più collegata del mondo è Londra, dai cui 6 aeroporti internazionali partono voli diretti per 351 destinazioni. Parigi è seconda con 291 destinazioni, seguita da Francoforte (278) e Amsterdam (242). Poi ci sono Istanbul, Monaco, Bruxelles, Dubai e Roma, nona con 184 città internazionali direttamente collegate. Chiude la top ten quasi interamente europea Dusseldorf, mentre Milano, con 163 destinazioni, guadagna 3 posizioni e si colloca al 12° posto nel mondo. La terza città italiana in classifica è Venezia, che rispetto al 2014 ha perso 8 posizioni ed è oggi al 53° posto con 90 città estere collegate.

New York città poco globale, avanza la Cina
Sorprendentemente, New York si rivela essere una città molto meno globale delle "colleghe" europee: la metropoli americana, benché al secondo posto nel Nord America, è al 25° posto del ranking con “solo” 137 collegamenti internazionali diretti. Prima in Nord America è la canadese Toronto anche se i suoi 154 collegamenti sono in gran parte con città degli Stati Uniti. Le città più collegate dell’Asia sono Hong Kong (147), Seoul (141), Bangkok (131) e Singapore (129), anche se a crescere di più sono state le due maggiori città della Cina: in due anni Pechino ha aggiunto 22 nuove destinazioni e Shanghai 17.

L'ascesa di Istanbul
Il vero salto di qualità l’ha fatto però Istanbul, la cui accessibilità si è accresciuta del 20% con 40 nuove destinazioni collegate direttamente negli ultimi due anni. La città turca è ora al quinto posto nel mondo (e al primo nel mondo musulmano) con voli diretti per 239 città internazionali.

Commenta su Facebook