Convention Bureau Italia: triplicate le richieste dall'estero, si affina il processo di gestione degli eventi incoming
A
Richieste concrete, per eventi già in programmazione e per i quali gli organizzatori internazionali, soprattutto agenzie, cercano il supporto del Convention Bureau Italia per selezionare la destinazione più adatta alla loro esigenze o le location e i fornitori che ancora non hanno scelto. Sono state 80 quelle pervenute al bureau nei primi 4 mesi dell’anno, il triplo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, e per la maggior parte sono relative a eventi corporate, 17 dei quali sono già stati confermati.

È ancora presto per fare un bilancio dei risultati effettivi, ma i numeri indicano che l’attività del Convention Bureau Italia, e il processo che ha messo a punto per analizzare, trasmettere ai soci e monitorare il flusso delle richieste per eventi incoming sta funzionando. I dati sono stati presentati durante l’assemblea dei soci del 18 maggio dal direttore marketing and sales Tobia Salvadori, che ha illustrato il nuovo sistema grazie al quale oggi il bureau è in grado di produrre report dettagliati sui mercati e segmenti di riferimento e sull’andamento del business, monitorando il cliente e l’esito della consultazione.

Il bureau si sta affermando come riferimento per il mercato internazionale e gli operatori italiani incrementano le adesioni: con le 10 new entry degli ultimi mesi, il consorzio conta oggi 80 soci, molti dei quali sono a loro volta convention bureau o organizzazioni territoriali che aggregano numerose realtà.

Metà delle richieste arrivano dal sito internet e l’altra metà dalle fiere o workshop cui partecipiamo”, ha detto Tobia Salvadori. “Il sito è stato rinnovato per comprendere anche uno strumento che ci consente, inserendovi i dati dei potenziali clienti che incontriamo alle fiere, di inviare loro in tempo reale una mail con i link a una sezione riservata dove scaricare le informazioni su soci e destinazioni e al form di contatto che servirà loro per inviarci l’eventuale richiesta per il loro evento”.

Durante l’assemblea è stata inoltre presentata la nuova campagna pubblicitaria sulla stampa internazionale di settore, progettata in modo da dare visibilità non solo al Convention Bureau Italia, ma anche ai singoli soci interessati a fronte di un investimento ridotto. Avviata infine la pianificazione delle attività 2017: è già in fase di definizione il piano delle fiere e degli eventi del prossimo anno per il quale il bureau ha chiesto ai partner di esprimere le loro preferenze con l’obiettivo di elaborare un piano di attività in linea con le loro esigenze di business.

Commenta su Facebook