Dubai posa la prima pietra del nuovo centro congressi da 500 milioni di dollari: pronto in due anni, avrà una plenaria da 10mila posti
A
Rientra nel novero delle infrastrutture che saranno realizzate per Expo 2020 e, nella migliore tradizione di Dubai, si tratta di un progetto gigantesco: il nuovo centro congressi di cui si è appena posata la prima pietra avrà infatti una sala plenaria da 10mila posti alta 30 metri, più 5 spazi “più piccoli” da 1.000 posti l’uno.

L'annuncio di inizio lavori è stato dato lunedì da Hussain Nasser Lootah, direttore generale della municipalità di Dubai, e il progetto comprende la costruzione, oltre che del centro congressi vero e proprio, anche di due alberghi – uno a 3 stelle su 33 piani e uno a 4 stelle su 48 piani – e di un complesso di uffici su 36 piani. La sala plenaria del centro congressi sarà collegata agli alberghi da un corridoio in vetro, lungo 150 metri e largo 25, su cui si affacceranno negozi e ristoranti.

Dubai investirà per la realizzazione dell’intero complesso quasi 500 milioni di dollari, con una stima di durata dei lavori di costruzione di due anni. Gli spazi del centro congressi saranno utilizzati per ospitare sia congressi internazionali sia concerti e performance teatrali.

Commenta su Facebook

Altro su...

Centri congressi