Parte la campagna #ParisWeLoveYou per rilanciare Parigi: i visitatori ambasciatori della destinazione per riportarvi il turismo
A
È una “call to action” rivolta a tutti coloro che vogliono esprimere il proprio sostegno a Parigi e diventare ambasciatori della rinascita della città: l’hashtag #ParisWeLoveYou, lanciato in Francia all’indomani degli attacchi terroristici, è diventato un progetto di comunicazione paneuropeo che ha l’obiettivo di riposizionare Parigi rinnovandone l’attrattività e l’appeal turistico.

A lanciarlo sono stati tre big del turismo francese – Voyages-SNCF (le ferrovie), AccorHotels e il Comité Régional de Tourisme Paris-Ile de France (l’agenzia regionale al turismo) – che hanno investito un milione di euro per una campagna digital in 15 paesi, accompagnata da una serie di promozioni per i treni TGV, gli alberghi Accor e le attrazioni della città.

La campagna invita i supporter di Parigi a raccontare sui social network, con foto o testi, le proprie motivazioni per tornare a visitare la città, in modo da trasmettere anche ad altri utenti il desiderio di farvi ritorno. Saranno dunque i turisti a parlare ai turisti: una mappa interattiva identificherà tutte le pubblicazioni social generate con l'hashtag #ParisWeLoveYou, mentre un sistema a punti seguirà in tempo reale il progetto e consentirà di premiare i migliori contributi.

La campagna è declinata su molteplici canali e collegata a promozioni rivolte al pubblico: per esempio, fino al 17 aprile SNCF offre 220mila biglietti a partire da 29 euro per viaggiare in TGV, il treno alta velocità che collega l’Italia alla Francia; AccorHotels propone sconti fino al 30% sui soggiorni presso i propri 250 alberghi se prenotati entro il 6 maggio; l’agenzia del turismo propone invece diverse iniziative a carattere artistico, culturale e gastronomico e riduzioni per il Big Bus Pass, con 2 giorni di tour in città a 32 euro.

L’importante sarà andare a Parigi e raccontare il suo ritorno alla normalità: che sia un selfie o uno scatto di Notre Dame, della Torre Eiffel o dell'Arco di Trionfo, ciò che conta è farsi testimoni del sostegno del mondo alla capitale francese.

Commenta su Facebook

Altro su...

Destination marketing