Nel 2011 Copenhagen ha acquisito 45 congressi associativi e 300.000 pernottamenti
A
Aumenta la domanda di congressi associativi a Copenhagen: il Wonderful Copenhagen Convention Bureau ha annunciato di aver raddoppiato nel 2011 le prenotazioni alberghiere, rispetto all’anno scorso: quasi 300.000 pernottamenti acquisiti come risultato dei 45 congressi internazionali ottenuti per i prossimi anni. Secondo il bureau, i punti di forza della destinazione (espressi dai feedback di chi organizza gli eventi) sono almeno quattro: rapporto qualità-prezzo,  tariffe competitive, accessibilità e orientamento “green”.

Un’attività svolta in sinergia con la meeting industry locale e l’ente di promozione VisitDenmark. “Sarà un anno record per noi e i nostri partner, dovuto da un lato alla creazione di nuovi alberghi e strutture per eventi, dall’altro ai maggiori investimenti pubblici e privati nelle attività di marketing e vendita” spiega il direttore di Wonderful Copenhagen Convention Bureau, Steen Jakobsen.

Ma è la sostenibilità la caratteristica peculiare della capitale danese, decisiva per l'acquisizione del congresso 2012 della European Wind Energy Association: l’EWEA ha sottolineato infatti la facilità di spostamento con i mezzi pubblici e la leadership “green” della città, che coinvolge anche i fornitori della meeting industry locale.

La svolta "verde" a Copenhagen si è avuta dal 2009, in seguito alla Conferenza Onu sui cambiamenti climatici alla quale hanno partecipato 30.000 delegati: oggi, quasi due terzi delle camere d’albergo (63%) vantano una certificazione ecologica.

Tra gli altri congressi acquisiti quest’anno da Copenhagen figurano il congresso della European Society of Ophthalmology (2013), quello internazionale della Alzheimer's Association (2014) e l’EuroSpine (2015). Si attendono buoni risultati anche per l’anno prossimo, grazie al semestre di presidenza del Consiglio europeo, che porterà in Danimarca oltre 100 eventi.

Commenta su Facebook