Attesi a Torino 1.700 delegati per il congresso di odontoiatria, alla candidatura hanno lavorato convention bureau e centro congressi
A
È stata selezionata per i suoi servizi congressuali, per la sua offerta turistica e per la presenza di una prestigiosa scuola universitaria di odontoiatria, e ora Torino attende i 1.700 delegati che dal 17 al 19 marzo parteciperanno al congresso annuale della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia.

A supportare il presidente piemontese della società scientifica, Claudio Gatti, nella stesura della candidatura sono stati sia Turismo Torino e Provincia Convention Bureau sia il Lingotto, il centro congressi sede dei lavori che cura anche l’evento di benvenuto della prima sera, un tour tra le eccellenze gastronomiche del territorio accompagnato da spettacoli live. La segreteria organizzativa del congresso è gestita direttamente dall’associazione, che ha invece affidato a Ventana Group le prenotazioni alberghiere, il coordinamento dei servizi in loco e l’organizzazione dei post-tour che si svolgeranno nel weekend dopo la fine del congresso.

L’accoglienza dei delegati e le risorse per vivere l’offerta culturale della città saranno invece appannaggio del convention bureau. Turismo Torino e Provincia, presente con un desk informativo al Lingotto, ha infatti realizzato i totem personalizzati che saranno collocati all’aeroporto e presso l’ufficio del turismo in piazza Castello, così come le affissioni di benvenuto con logo del congresso apposte in centro città e soprattutto nella zona del centro congressi.

Il bureau offrirà inoltre ai delegati la mappa della città personalizzata con gli hotel nei quali soggiorneranno e tariffe ridotte per l’acquisto della Torino +Piemonte Card e dei biglietti per il Museo Nazionale del Cinema e il Museo Nazionale dell’automobile. Durante il congresso, infine, il convention bureau attiverà la rilevazione del grado di soddisfazione dei partecipanti e la misurazione della spesa sostenuta sul territorio.

Commenta su Facebook