Il Ministero del Turismo si affida al Convention Bureau Italia per l’organizzazione degli Stati Generali del Turismo Sostenibile e della Cultura
A
Arriva dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ed è il rinnovato riconoscimento del ruolo e del lavoro svolto dal Convention Bureau Italia nei suoi quasi due anni di operatività: in vista dei prossimi Stati Generali del Turismo Sostenibile e della Cultura, che si svolgeranno al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa di Napoli in aprile, il Ministero si è infatti nuovamente rivolto al Convention Bureau nazionale per ricercare i partner cui affidare l’organizzazione dell’evento.

La collaborazione, avviata lo scorso anno per il medesimo evento, è nata in virtù del protocollo d’intesa che l’Enit ha firmato con il Convention Bureau Italia riconoscendolo come proprio partner operativo: allora, alla richiesta del Ministero il bureau rispose mettendo in gara diverse agenzie partner per l’affidamento della gestione organizzativa degli Stati Generali, inclusi ospitalità, catering, allestimenti, servizi tecnici e tecnologici.

La nuova richiesta conferma la soddisfazione del Ministero per il lavoro svolto lo scorso anno, e questa volta il Convention Bureau Italia passa la palla direttamente a uno dei propri nuovi soci, il Convention Bureau di Napoli. Costituito lo scorso novembre come rete di imprese private, ha formalizzato l’adesione al bureau nazionale a metà febbraio, acquisendo la “titolarità” per ricevere business che a sua volta “girerà” agli operatori associati.

“L’adesione del Convention Bureau di Napoli segna un altro punto per la rappresentatività del Convention Bureau Italia”, ha detto la presidente del CBI Carlotta Ferrari. La rete nazionale amplia così il proprio presidio nel sud Italia e porta a 17 il numero dei convention bureau di destinazione e dei DMO che hanno scelto di aderirvi.

Commenta su Facebook