Costituito a Bologna il Convention & Visitors Bureau, già 44 gli operatori associati
A
L’iniziativa è partita dall’amministrazione pubblica, che nell’ambito del bando aperto dal Comune per la promozione turistica della destinazione indicava la necessità di un convention bureau per presidiare il mercato congressuale e degli eventi a livello nazionale e internazionale. Così, con il supporto delle associazioni di categoria, il 20 gennaio è stato costituito il Convention and Visitors Bureau di Bologna, che nasce come divisione di Bologna Welcome, vincitrice lo scorso aprile del bando per la promozione della città.

Compito del bureau è quello di posizionare e promuovere la destinazione attraverso la produzione di materiali informativi, la partecipazione a fiere e workshop, l’organizzazione di fam trip per buyer e di sales visit in Italia e all’estero, ma anche di coordinare l’attività degli operatori supportandoli con la realizzazione di candidature per portare a Bologna congressi, eventi aziendali, sportivi e culturali.

“Il nuovo Convention and Visitors Bureau”, afferma l’assessore al turismo Matteo Lepore, “è un progetto imprenditoriale di importanza strategica per tutto il territorio metropolitano. Così come abbiamo lavorato per attrarre nuovi turisti sul piano leisure, così sapremo lavorare al meglio per valorizzare la tradizionale vocazione del nostro territorio per il turismo legato agli eventi di business”.

Il bureau fa capo a un Comitato tecnico di coordinamento, in rappresentanza di Bologna Welcome e degli operatori, che ha il mandato di definire le attività di marketing e comunicazione e di proporre progetti e iniziative specifiche. Presieduto da Celso de Scrilli (Bologna Welcome), il Comitato è composto da Anna Bettelli e Patrik Romano (Bologna Welcome), Donato Loria (Bologna Congressi), Marcello Andriani (OcsaService), Giovanni Trombetti (Savoia Hotels & Hotel Calzavecchio), Daniela Sala (I&C) e Mario Buscema in rappresentanza di Federcongressi&eventi. Responsabile operativa del progetto è Anna Bettelli, che è affiancata da una persona di staff dedicata e che lavora in sinergia con il team di Bologna Welcome per tutte le funzioni disponibili.

Al momento fanno parte del bureau 44 operatori suddivisi in 4 categorie (sedi per eventi, alberghi, agenzie e fornitori di servizi): “La peculiarità di questo nuovo organismo” commenta Mario Buscema, “è quella di essere nato con il sostegno e la partecipazione delle istituzioni locali, in particolare del Comune di Bologna. Adesso spetta agli operatori locali il compito di raccogliere la sfida.”

Commenta su Facebook