Le destinazioni per eventi con i voli più puntuali: il primato va a Copenhagen, c’è anche una città italiana
A
I collegamenti con il resto del mondo, chiave di volta per assicurarsi eventi internazionali, sono uno degli aspetti su cui si gioca la competitività delle destinazioni, e la puntualità dei voli ha un ruolo di primo piano. I delegati a eventi e congressi si spostano in genere solo per il tempo necessario a parteciparvi: se il volo arriva in ritardo rischiano di perderne alcune sessioni, e se decolla in ritarso al rientro perdono parte del proprio tempo privato o lavorativo. Nel caso degli eventi, inoltre, accade spesso che grandi numeri di partecipanti debbano arrivare e ripartire nello stesso momento, e la performance degli aeroporti è un fattore cruciale nell’esperienza complessiva della destinazione.

Ad analizzare l’indice di puntualità dei voli nelle maggiori destinazioni per eventi nel mondo è il Punctuality League della società di ricerca e intelligence OAG, che per la prima volta quest’anno ha inserito un ranking specifico monitorando le performance relative al 2015 delle 20 città che secondo le statistiche ICCA hanno ospitato il maggior numero di congressi internazionali. L’indice di puntualità di OAG è stato elaborato per ogni destinazione come la media di puntualità registrata fra tutti gli aeroporti cittadini, e il ranking che ne risulta differisce significativamente da quello per numero di congressi: non è detto, infatti, che le città che ospitano più congressi siano anche quelle con i voli più puntuali.

Al primo posto della classifica OAG c’è Copenhagen, che vanta un tasso di puntualità dei voli in arrivo e in partenza dell’88,5% (sono solo 6 gli aeroporti nel mondo con un tasso superiore al 90%: Osaka, Bruxelles Charleroi, Panama, Stavanger, Bergen, Colonia-Bonn, Adelaide, Tokio Haneda) e che è invece al 13° posto nella classifica congressuale. Seconda Berlino, con un tasso di puntualità dell’86,29%, e terza Vienna (85,12%), che è terza nel ranking congressuale di ICCA.

Seguono Singapore, Stoccolma, Praga, Madrid, Bruxelles (per quest’ultima la media degli aeroporti affossa la performance di Charleroi), Amsterdam e Barcellona, che si piazza al 10° posto per voli in orario e al 5° per numero di eventi ospitati. Nella seconda parte della classifica figurano Budapest, Seoul, Lisbona e Parigi, che è al 14° posto per puntualità nonostante sia la città che ospita il maggior numero di congressi internazionali. Roma – unica città italiana nel ranking – è 15° per puntualità fra le città congressuali (73,94 la percentuale di voli in orario) e 18° per numero di eventi, seguita da Londra, Pechino, Istanbul, Hong Kong e Taipei, che chiude la top 20 con un tasso di puntualità dei voli del 64,64%.

Nessuna città americana in classifica, e non perché non ce ne siano con voli in orario, ma semplicemente perché nessuna di esse figura fra le prime 20 indicate da ICCA per il numero di congressi ospitati.

Commenta su Facebook