Cresce la notorietà di Milano: della città si parla ora il 25% in più, i più entusiasti sono i cinesi
A
Si tratta naturalmente di conversazioni online, ma il dato è interessante: nel periodo da marzo a ottobre 2015 sono aumentati del 25% i post che parlano di Milano su social, forum e blog, esprimendo un sentiment sempre più positivo verso la città. La spin-off dell’Università degli Studi di Milano Voices from the Blogs ha analizzato nel mese di ottobre più di 3 milioni di post in 14 lingue, escludendo quelli che parlavano di Expo senza citare anche Milano, e confontando i risultati con la precedente analisi di marzo.

Emerge che la notorietà di Milano nel mondo è decisamente aumentata: è vero che Roma rimane la città italiana più menzionata (su 100 post su Milano ce ne sono 133 su Roma), ma è anche vero che negli ultimi 8 mesi il divario si è ridotto, con un guadagno di notorietà per Milano del 6,2%. La città lombarda guadagna terreno nelle conversazioni online rispetto a tutte le altre città considerate: l'incremento è di pochi punti percentuale su Venezia, Firenze e Napoli, che comunque “pesano” un quarto rispetto a Milano, e più significativo rispetto a Londra (sulla quale Milano guadagna il 18%) e Parigi (su cui guadagna il 10%), anche se poi le conversazioni sulle due grandi capitali europee sono il triplo di quelle su Milano in numeri assoluti.

A parte gli italiani, a parlare di Milano sono soprattutto gli americani, cui fanno capo il 43% dei post rilevati da marzo a ottobre, seguiti a lunga distanza dai cinesi, che detengono il 10% delle menzioni della città. Poi ci sono tedeschi, britannici, francesi e russi, tutti con quote fra il 10% e il 5%, e a seguire gli altri paesi.

Di Milano si parla di più ma anche meglio, con un sentiment in crescendo che esprime la più solida reputazione della città: i più entusiasti sono i cinesi, i cui post sulla città erano positivi al 92% in marzo e al 96% in ottobre, i russi, positivi al 93% (+5%), e gli americani, positivi al 91% (+2%). I più critici verso Milano, con il più elevato numero di commenti negativi e nessun incremento nel tempo del sentiment positivo sono i francesi, i cui post sono positivi per l’80% e negativi per il 20%.

Le conversazioni online hanno avuto però ben poco a che fare con Expo, almeno direttamente: le principali immagini associate a Milano nei commenti in inglese sono gli eventi, i concerti, la presenza di vip – per esempio associati a manifestazioni come la Fashion Week o la MTV Music Week –, l’arte e l’architettura, la sua connotazione di città internazionale. Solo il 9% dei post faceva riferimento a Expo. Lo stesso dicasi per gli italiani, che in ottobre hanno parlato di Milano principalmente come città di eventi, concerti e sport. Solo il 9% ha parlato di Expo, a manifestazione peraltro ancora in corso.

Commenta su Facebook

Altro su...

Destination marketing