Per le Olimpiadi di Rio 2016 il Brasile esenta dall’obbligo del visto d'ingresso 4 mercati turistici chiave
A
Un’esenzione dai visti per i turisti internazionali: è la misura adottata dal Brasile per incentivare i flussi dall’estero in occasione delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Rio del 2016. Quattro i bacini con cui il Brasile ha stilato l’intesa, valida per i 90 giorni a cavallo del periodo in cui sono previsti i Giochi: Cina, Stati Uniti, Australia e Canada.

“Si tratta di un’occasione unica per il nostro paese sul fronte turistico” commenta il ministro del turismo Henrique Alves. Un provvedimento, riporta TTGItalia.com, che la destinazione ha deciso di adottare sulla scia dei risultati generati dagli ultimi mondiali di calcio FIFA, che avevano portato nel paese oltre un milione di arrivi.

Il Brasile starebbe tra l’altro pensando a una nuova campagna di promozione per rafforzare il proprio brand sul modello del Brand Usa lanciato dagli Stati Uniti. Un’operazione che dovrebbe portare a una maggiore e più solida collaborazione con l’intero settore privato.

Commenta su Facebook