Firenze acquisisce due nuovi congressi scientifici, vince la sinergia fra convention bureau e fiera
A

Palazzo dei Congressi, Firenze

Due congressi scientifici acquisiti a breve distanza l’uno dall’altro: merito, in gran parte, del lavoro congiunto svolto dal Firenze Convention Bureau e da Firenze Fiera, che hanno collaborato da vicino per presentare al meglio la città e i suoi servizi alle associazioni di riferimento.

Così Firenze ospiterà a marzo 2017 il Congresso mondiale sull’osteoporosi e le malattie muscolo-scheletriche e a maggio 2018 il Simposio internazionale sulla tossina di Shiga, entrambi eventi di rilevante prestigio scientifico nei rispettivi campi.

In particolare, il World Congress on Osteoporosis, Osteoarthritis and Musculoskeletal Disease (WCO-IOF-ESCEO) è l'evento europeo più importante della specialità, e riunisce 4mila delegati da tutto il mondo. Si era già svolto a Firenze nel 2010, generando un impatto economico sulla città di circa 13 milioni di euro. Come nella precedente edizione, la scelta di Firenze ne sottolinea il ruolo di polo d’avanguardia in Italia nella ricerca sulle malattie delle ossa.

L’International Symposium VTEC, invece, è un evento triennale che richiama 600 specialisti da 40 paesi: la candidatura è stata promossa dalla Società Italiana Diagnostica di Laboratorio Veterinaria e dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’agenzia di organizzazione congressuale MV Congressi di Parma, che ha elaborato il progetto organizzativo e ha fornito il supporto tecnico per la predisposizione del dossier. Sede del simposio sarà il Palazzo dei Congressi.

Commenta su Facebook