La convention dell’americana WorldVentures torna a Firenze: attesi 6mila delegati con un impatto di 1,2 milioni di euro
A
Una convention di grandi numeri, quella che l’azienda americana di vendita diretta nel settore viaggi WorldVentures riporterà a Firenze dal 20 al 22 novembre: la città attende infatti 6mila delegati internazionali per un totale di circa 10mila pernottamenti nelle strutture alberghiere ed extralberghiere del territorio.

WorldVentures era stata a Firenze con A View from the Edge, il proprio evento motivazionale per gli agenti di vendita europei, già nel 2013, quando il Firenze Convention Bureau aveva vinto la gara indetta dall’agenzia americana che lo curava e che ne aveva poi affidato la gestione in loco a Carlson Wagonlit Travel. La preparazione dell’evento era stata allora un po’ travagliata (vedi il racconto di Carlotta Ferrari, direttore del convention bureau), ma alla fine il cliente era stato entusiasta di Firenze, dell’accoglienza, dell’organizzazione dei trasporti e della sede dei lavori, e aveva annunciato che sarebbe ritornato.

E dunque eccolo nuovamente: questa volta con una diversa agenzia (709 Agency), ma con lo stesso format: 3 giorni di lavori al Nelson Mandela Forum, il più grande palazzetto dello sport di Firenze, le prenotazioni alberghiere degli ospiti effettuate attraverso il portale FlorenceCongressBooking del Firenze Convention Bureau e (probabilmente) di nuovo un DMC locale.

Soddisfatta Carlotta Ferrari: “Avere portato il meeting a Firenze per la seconda volta è stata una vittoria non solo nostra, ma di tutta la città. Un evento da 6.000 persone, oltretutto in un periodo di bassa stagione come novembre, sarà di grande stimolo per l’economia locale”. E il convention bureau ha già fatto i conti: il fatturato dell’evento è stato stimato in 2,8 milioni di euro e l’impatto economico sul territorio sarà di circa 1,2 milioni.

Commenta su Facebook