Roma è ufficialmente in gara per le Olimpiadi 2024, le altre città candidate saranno annunciate il 16 settembre
A
La lettera con cui Roma si candida ufficialmente a ospitare i Giochi Olimpici 2014 è stata firmata venerdì in Campidoglio dal sindaco della città Ignazio Marino, dal presidente del Coni Giovanni Malagò e dal presidente del comitato promotore Luca Cordero di Montezemolo. Per conoscere i competitor bisognerà aspettare il 16 settembre, quando il Comitato Olimpico Internazionale annuncerà le altre città candidate. Hanno partecipato agli incontri preliminari del CIO Amburgo, Parigi, Budapest e Los Angeles, ma le candidature potrebbero arrivare anche da Boston, Istanbul, Doha e Nairobi.

Per ora, la lettera sottolinea i punti di forza della città: il patrimonio artistico, storico e culturale, l’impegno sui fronti dell’innovazione e della sostenibilità e, soprattutto, la presenza di molte infrastrutture sportive che, con soli interventi di ammodernamento, potrebbero essere utilizzate per le gare olimpiche.

Il progetto vero e proprio degli obiettivi e dei siti olimpici (l’ipotesi è che il villaggio olimpico possa sorgere a Tor Vergata) dovrà essere presentato a gennaio 2016; successivamente sarà la volta delle garanzie di sostenibilità finanziaria e poi del progetto di gestione di trasporti, accoglienza, ricettività e fattibilità generale dell’operazione Olimpiadi. Il tutto tenendo conto delle linee guida del CIO, che insistono molto sull’eredità olimpica e sul riutilizzo delle strutture a favore della città dopo la conclusione dei Giochi.

La città che ospiterà le Olimpiadi 2024 sarà annunciata nell’estate 2017.

Commenta su Facebook