Genova chiude il 2014 con eventi in calo ma il convention bureau migliora del 39% la redemption delle candidature
A
I segnali di ripresa, dopo 2 quadrimestri negativi in cui si era registrata la flessione del numero di eventi in città rispetto all’anno precedente, sono cominciati negli ultimi 4 mesi dello scorso anno: 890 eventi ospitati contro gli 884 dello stesso periodo 2013. Un incremento modesto (dello 0,7%), ma sufficiente a determinare un’inversione di tendenza per il mercato degli eventi di Genova. Il 2014 si è però chiuso in calo, con il 77% degli eventi ospitati complessivamente rispetto al 2013.

I dati raccolti dal Convention Bureau di Genova segnalano un picco di presenze congressuali a novembre in occasione di 2 grandi eventi internazionali: ICCAT, la conferenza mondiale sulla pesca tenuta per la prima volta in Italia con 600 delegati internazionali impegnati per 10 giornate di lavori, e l’evento scientifico internazionale EUAC, che ha portato migliaia di presenze negli hotel cittadini compensando, in parte, le minori presenze di turisti italiani legate sia alle condizioni oggettive determinate dalla crisi economica sia alle vicende atmosferiche che hanno colpito la città.

Positivo il bilancio dell’attività del Convention Bureau, che ha incrementato del 3,3% il numero di candidature a ospitare eventi e del 39% la redemption delle candidature stesse, cioè il numero di eventi effettivamente realizzato in base alle proposte presentate.

Commenta su Facebook