L’Ecuador spende 3,8 milioni di dollari per uno spot di 30 secondi durante il Super Bowl americano
A
È stato il primo paese ad averolo fatto: uno spot pubblicitario proprio nel mezzo del Super Bowl, la finale del campionato nazionale di football americano che tiene gli Stati Uniti inchiodati al teleschermo. Negli spazi pubblicitari tradizionalmente riservati ai grandissimi investitori, il piccolo paese ha fatto capolino con uno spot di 30 secondi, parte della campagna di comunicazione All you need is Ecuador rivolta al mercato statunitense, che aveva non a caso All you need is love dei Beatles come colonna sonora.

Per una destinazione come l’Ecuador l’investimento non è stato da poco: 3,8 milioni di dollari che però, dicono loro, sarà interamente ripagato se farà aumentare l’incoming americano nel paese anche solo dell’1%. L’Ecuador sta infatti investendo risorse consistenti nella riqualificazione e potenziamento delle proprie infrastrutture turistiche, e da 10 anni l’incoming americano (il secondo per importanza in Ecuador) cresce al ritmo del 4% annuo. Da qui la decisione dell’investimento milionario, con l’obiettivo di raddoppiare le percentuali di crescita entro il prossimo quinquennio.

Commenta su Facebook

Altro su...

Destination marketing