I convention bureau nazionali d’Europa si alleano per rafforzare il posizionamento del continente sul mercato degli eventi
A
L’idea è stata di Eric Bakermans e Matthias Schultze, a capo rispettivamente dei convention bureau di Olanda e Germania, che un anno fa hanno lanciato l’iniziativa di un’alleanza strategica fra convention bureau nazionali che favorisse la collaborazione e la condivisione di informazioni e conoscenza per rafforzare il posizionamento delle singole destinazioni e dell’Europa in generale sul mercato globale degli eventi.

L’alleanza, presentata all'IMEX America come aggregazione per il momento informale, ha raccolto rapidamente consensi: il gruppo si è incontrato 3 volte nell’ultimo anno, registrando via via nuove adesioni. Oggi a farne parte sono oggi 17 convention bureau nazionali (di Germania, Olanda, Austria, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Ungheria, Islanda, Montenegro, Norvegia, Polonia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Svizzera e Danimarca).

L’Europa è la prima macro-destinazione per numero di congressi associativi”, dice Matthias Schultze, “con 3 volte il numero di eventi che vi si svolgono rispetto al secondo più grande mercato. Obiettivo dell’alleanza è valorizzare questo successo attraverso lo scambio e il confronto fra i bureau nazionali”.

Il prossimo passo sarà un incontro di tutti i partecipanti, cui sono invitati anche altri convention bureau nazionali interessati all’iniziativa, che si svolgerà l’anno prossimo a Copenhagen e dove si stabiliranno le azioni per sviluppare l’alleanza.

“Abbiamo cominciato a lavorare a questo progetto per condividere esperienze e conoscenza sui temi specifici del nostro lavoro quotidiano come convention bureau nazionali”, commenta Eric Bakermans, “e siamo convinti della necessità di unire le forze e valorizzare le competenze di ognuno per meglio affrontare il mercato internazionale”.

Commenta su Facebook