Il Louvre Abu Dhabi in dirittura d’arrivo: aprirà nel 2015 con 300 opere prestate dai musei francesi
A
È in costruzione nel distretto culturale di Saadiyat e sarà pronto nel 2015: il Louvre Abu Dhabi, l’ambizioso progetto che il governo emiratino ha intrapreso firmando nel 2007 un accordo di collaborazione con la Francia, è alle fasi finali di gestazione. L’edificio, disegnato da Jean Nouvel, progredisce in fretta: il museo sarà costruito su un’area di 64mila metri quadrati e concepito come un susseguirsi di padiglioni, piazze e canali che evocheranno l’immagine di una città fluttuante e sovrastata da una cupola di 180 metri di diametro, che è in posizione ed è stata quasi completata.

Ora l’annuncio che 13 musei francesi, fra cui il Louvre di Parigi, il Musée d’Orsay, il Centre Pompidou, e il Musée Rodin, presteranno al Louvre mediorientale 300 opere che rimarranno in esposizione durante tutto il primo anno di apertura del museo, completando la collezione permanente di opere e oggetti dalla preistoria all’età contemporanea.

Fra le opere anche pezzi di immenso valore: il Ritratto di donna sconosciuta di Leonardo da Vinci, La stazione Saint-Lazare di Claude Monet, Il pifferaio di Edouard Manet, Natura morta con Magnolia di Henry Matisse: “Questa sarà la prima volta che molte di queste opere viaggiano verso gli Emirati Arabi” commenta Sultan bin Tahnoon Al Nahyan, presidente dell’ente del turismo e della cultura che gestisce il Louvre Abu Dhabi. “Speriamo così di offrire ai visitatori un’esperienza unica da diverse prospettive, ponendo l’accento sullo spirito universale dell’intero progetto”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Destination marketing