SITE cambia nome e payoff, il rebranding riflette la mission dell’associazione e l’identità professionale dei soci
A
Non è un rebranding radicale, ma un “fine tuning” del nome, del payoff e dei valori dell’associazione, operato su input dei soci a livello internazionale e in linea con la loro mutata identità e con l’evoluzione che il settore dell’incentivazione ha conosciuto in questi anni: SITE, la Society of Incentive Travel Executives, diventa ora Society of Incentive Travel Excellence.

Lo ha deliberato questa settimana il board of directors dell’associazione dopo avere condotto interviste e focus group presso i propri 2mila soci nel mondo: benché il cambiamento riguardi soltanto una parola – da Executives a Excellence – la valenza è invece netta: il nuovo nome è più inclusivo e riflette in modo più fedele la mission professionale dei soci, che è quella di premiare l’eccellenza, e le performance di eccellenza, attraverso viaggi di incentivazione realizzati a livelli di eccellenza. Inoltre, sottolinea il CEO di SITE Kevin Hinton, molti soci ora non si identificano nella definizione di “executive”, ruolo prettamente legato all’organigramma corporate.

La volontà di aggiornare il branding affinché rispecchiasse maggiormente l’associazione così come è oggi ha portato anche alla definizione del nuovo payoff "Incentive travel. Business results", che racconta SITE e i suoi soci in modo sintetico ed evidenziando che l’obiettivo dei viaggi di incentivazione è innanzi tutto quello di portare concreti risultati di business alle aziende che vi investono soldi e risorse.

Da queste considerazioni emergono anche i 4 nuovi valori di SITE (connections, trust, creativity, results), nonché il logo leggermente rivisitato, laddove la “i” è sovrastata da un puntino tondo, anziché quadrato, a simboleggiare il globo e la portata internazionale dell’associazione. Il brand SITE diventa inoltre l’”ombrello” sotto cui sono riunite tutte le attività dell’associazione, inclusa quella di ricerca che fa capo alla SITE Foundation.

Commenta su Facebook