Costituito l’Italia Convention Bureau: Carlotta Ferrari alla presidenza, adesioni superiori alle aspettative
A

Carlotta Ferrari

È un traguardo storico” commenta Carlotta Ferrari, una dei principali artefici, nonché ora presidente, del nuovo convention bureau nazionale a carattere privato che è stato costituito il 18 giugno a Firenze con la forma giuridica di Rete di imprese. “Il cammino per arrivare a questo risultato è stato molto rapido, ed è stato supportato da un’adesione oltre le aspettative che è destinata a crescere velocemente. Finalmente anche l’Italia, al pari delle grandi nazioni europee e non solo, ha un organismo che coordina e promuove la sua ricca offerta per meeting ed eventi”.

L’entusiasmo di Carlotta Ferrari è ben motivato: per la prima volta le imprese private del settore congressuale si sono mosse per sopperire alla mancanza di risposte concrete da parte delle istituzioni pubbliche e costituire “in proprio”, e con le sole proprie forze, un organismo che le rappresentasse sul grande mercato internazionale degli eventi. La messa a punto del progetto ha richiesto diversi mesi di lavoro e di confronto fra tutte le associazioni di categoria: l’Italia Convention Bureau è infatti promosso, oltre che da Federcongressi&eventi che ne è stata l’ideatrice iniziale, anche da Confesercenti-Assoturismo, Confturismo-Confcommercio, Federalberghi e Federturismo-Confindustria.

La rappresentatività del bureau è quindi ampia e articolata, e l’avallo politico ricevuto da Governo, Regioni ed Enit ne fa una struttura che, per quanto privata e autonoma, può godere del supporto delle istituzioni che a vario titolo sono chiamate a contribuire allo sviluppo dell’incoming congressuale.

Hanno aderito alla Rete, in questa fase iniziale, 29 imprese del settore: 14 hanno già sottoscritto il contratto, mentre le restanti 15 lo faranno nella prossima “sessione” del 16 luglio. Le imprese partecipanti alla Rete hanno quindi nominato il Comitato di gestione che si occuperà di indirizzare l’attività dell’Italia Convention Bureau: gli 8 componenti, indicati dalle associazioni di categoria garanti del progetto, sono Carlotta Ferrari e Paolo Novi per Federcongressi&eventi, Giuseppe Roscioli per Federalberghi, Annarosa Miele e Giorgio Palmucci per Federturismo-Confindustria, Giancarlo De Venuto e Paolo Mazza per Asshotel-Confesercenti e Alberto Corti per Confturismo-Confcommercio. Alla presidenza è stata eletta all’unanimità Carlotta Ferrari. Il Comitato prettamente di tecnici garantirà al progetto concretezza e operatività.

Il prossimo passo è terminare la costituzione della Rete” dice a Event Report Carlotta Ferrari, “e procedere poi con le convenzioni con Enit, le Regioni, i convention bureau pubblici e altri soggetti pubblici, nonché con le agenzie e le imprese di servizi che non aderiscono direttamente come retisti. Le quote che raccoglieremo entro metà luglio saranno sufficienti per avviare il lavoro: inserire una persona giovane e dinamica che faccia membership, costruisca il prodotto e lo comunichi, costruire un portale di presentazione dell'offerta congressuale italiana e presentarci al mondo”.

Margherita Franchetti

Commenta su Facebook