A Salerno la convention 2014 di MPI Italia: focus sul confronto internazionale e la contaminazione di luoghi e format
A

Olimpia Ponno

È stata Salerno a vincere il bid di MPI Italia, il capitolo nazionale della maggiore associazione globale che riunisce i professionisti degli eventi, per ospitarne la convention 2014, che si svolgerà dal 13 al 15 giugno presso il Centro Congressi Internazionale Salerno Incontra. L’evento, che ogni anno riunisce soci e – dallo scorso anno – anche non soci per un confronto su temi di business, di innovazione e di best practice professionali, si intitolerà quest’anno Looking forward – meet the change in a global world e avrà respiro internazionale, coinvolgendo per la prima volta anche operatori e stakeholder stranieri.

Il concept dell’evento sarà quest’anno incentrato sull’innovazione, intesa come scambio di best practice tra destinazioni e professionisti che afferiscono a diversi settori dell’economia e dell’industria, con gli obiettivi di realizzare un momento di incontro internazionale, costruendo ponti in vista di Expo 2015 e di Europa 2020, di spingere il pensiero innovativo e rivolto al cambiamento attraverso la contaminazione di format, linguaggi, contenuti, settori; di incentivare lo sviluppo di percorsi professionali attraverso il networking e occasioni di business; di affrontare il tema della competitività attraverso lo scambio culturale tra pubblico, profit, non profit, partenariato per trovare soluzioni innovative e di individuare gli elementi chiave indispensabili all’internazionalizzazione delle imprese e alla costruzione di reti d’impresa globali.

“Per uscire da questa crisi in Italia dobbiamo cambiare mentalità e attingere a quei modelli di business nazionali e internazionali che funzionano perché hanno il coraggio di cambiare” dice la presidente di MPI Italia Olimpia Ponno. “È proprio questo ciò di cui abbiamo bisogno: di incontrarci per cambiare, per riprendere a fare le cose insieme, per imparare da chi è arrivato alla soluzione prima di noi, per aiutarci a fare sistema in modo efficace. Vogliamo portare concretezza, esperienze dirette, vere, favorendo scambi, soluzioni, contatti tra professionisti di realtà nazionali e internazionali, in una sorta di laboratorio scientifico”.

Diversamente dalle precedenti edizioni, il percorso formativo della convention sarà impostato quest’anno in maniera dinamica, utilizzando più location raggiungibili a piedi per favorire differenziazioni di format e mantenere il contatto costante con i luoghi più rappresentativi della destinazione, mettendone in risalto gli unique selling points. Alla “contaminazione” dei luoghi si accompagnerà la “contaminazione“ dei format: nell’arco della giornata si sperimenterà il workshop internazionale con l’evento ibrido, uno SpeedDate di business, e a seguire un seminario e un keynote speech.

L’assemblea annuale, riservata ai soli soci, quest’anno verrà anticipata dal sabato al venerdì pomeriggio, prima dell’apertura sociale dell’evento, al fine di non penalizzare la giornata formativa e tecnico-scientifica del sabato e di far sì che Direttivo e soci possano fruire del programma insieme agli altri ospiti per tutta la durata dell’evento.

Commenta su Facebook