Site Italy entra negli atenei italiani, il primo seminario di formazione sugli eventi si è svolto all’Università di Messina
A
Si è svolto a fine marzo, presso la facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Messina, il primo dei seminari che Site Italy intende portare in diversi atenei italiani con l’obiettivo di contribuire alla formazione dei futuri professionisti della meeting industry, fornire loro strumenti per la comprensione delle dinamiche e delle competenze necessarie per lavorare nel settore, e facilitarne l’immissione nel mondo del lavoro.

Il primo seminario, intitolato Eventi: questi (s)conosciuti, si è concretizzato in una tavola rotonda sul mercato degli eventi e degli eventi di incentivazione in particolare, su cui Site Italy, in quanto associazione dei professionisti della motivazione e dell’incentivazione, è specificatamente competente. Il panel di relatori era composto da Doriana Briguglio (Eventia), Dario Cherubino (Azimut), Gaia Budello (Sais Tours), Andrea Luca (Domina Coral Bay Zagarella), Francesco Zappalà (Etna Excursions) e Daniela Marino (Sicilia Convention Bureau).

Alla presenza di un centinaio di studenti, i relatori hanno cercato di fare luce su un settore complesso e sulle sue peculiarità, dando ampio spazio anche alle domande e alle curiosità dei partecipanti. La discussione si è concentrata su argomenti come differenze e analogie tra i vari tipi di eventi aziendali, il rapporto tra competizione e collaborazione all’interno della filiera, o le qualità fondamentali per trovare lavoro: la conoscenza dell’inglese è stata segnalata come competenza imprescindibile, ma è emerso anche come sia importante sapersi presentare, creare relazioni virtuose, capire il proprio ruolo.

“Con questo progetto Site Italy vuole contribuire alla formazione di professionisti in grado di rispondere adeguatamente alle esigenze organizzative e di marketing generate dai moderni eventi di varie tipologie e richieste dalle organizzazioni e dalle imprese a esse collegate” ha detto Tobia Salvadori, presidente di Site Italy. Dopo l’evento, molti studenti hanno inviato via mail e via Facebook ulteriori domande, richieste e curiosità, a conferma di quanto il settore degli eventi risulti coinvolgente e affascinante.

Commenta su Facebook