Rubini e Hoffnung a TTG Incontri con i primi risultati del Convention Bureau Italia
A

Patrick Hoffnung e Paolo Rubini

Sponsor esclusivo di Meeting Time, il workshop degli eventi di BTC che si svolge all’interno di TTG Incontri, il Convention Bureau Italia ha presentato in apertura di fiera il proprio piano di azione e illustrato le attività finora svolte.

“Il convention bureau è finalmente operativo e sta lavorando speditamente” ha detto il consigliere delegato Paolo Rubini, tracciando le linee strategiche principali. “Sappiamo che non dobbiamo sovrapporci o fare concorrenza ad altri soggetti nelle attività che già svolgono bene e con buoni risultati, ma sappiamo anche che dobbiamo fare emergere la ‘value proposition’ della destinazione Italia e le sue specificità rispetto ai Paesi concorrenti rendendo visibile e trasparente l’intera offerta congressuale Italiana. Il nostro obiettivo è avere un approccio focalizzato sulla domanda, per poterci proporre nei termini in cui la domanda internazionale è abituata a valutare l’offerta, ed entrare in contatto con gli operatori, facendo loro capire che siamo un interlocutore di supporto da cui hanno tutto da guadagnare”.

E la prima cosa che va a tutto vantaggio degli operatori è il network di uffici internazionali che il convention bureau ha già attivato nei 27 Paesi del mondo in cui sono presenti le sedi Enit: “In ogni ufficio Enit ci sono già le insegne del Convention Bureau Italia e una persona di riferimento per il settore congressi ed eventi. Questi referenti per ora ricevono le richieste e le inoltrano a Roma, ma presto, dopo un periodo di formazione, si dedicheranno alla costruzione di strumenti di supporto commerciale ai nostri operatori e di promozione attiva della destinazione” dice Rubini.

L’obiettivo, interviene Hoffnung, è correggere l’immagine caotica dell’Italia data dalla promozione frammentata: il convention bureau lavora per presentare un’offerta unitaria, declinata in una gamma di destinazioni coordinate dove ogni cliente può trovare il prodotto che gli è più consono. “La costruzione di un’offerta competitiva passa attraverso i Club di Partner, con i quali abbiamo già avviato i primi incontri” dice Hoffnung. “Abbiamo incontrato qualche settimana fa i convention bureau territoriali e i palazzi dei congressi non rappresentati da convention bureau; più recentemente abbiamo visto catene alberghiere e alberghi indipendenti; a breve incontreremo gli intermediari, cioè DMC e PCO. Tutti hanno dimostrato grande spirito di collaborazione e gran voglia di lavorare insieme. Del Convention Bureau nazionale si sentiva davvero l’esigenza, prova ne è che stiamo rispondendo alle richieste che ci sono già pervenute dagli Stati Uniti e dall’Europa dell’Est, in particolare dall’Ungheria, sia per congressi associativi internazionali sia per eventi corporate”.

Il piano d’azione per il secondo semestre 2011 prevede di implementare ricerche di settore, e Hoffnung ha già annunciato, proprio nell’ottica della “non sovrapposizione” all’esistente, la collaborazione con l’Osservatorio Congressuale Italiano, che Federcongressi&eventi ha dato in gestione a BTC, la fiera degli eventi. Poi la creazione di una banca dati dell’offerta, il lancio del sito web – “stiamo lavorando a un sito istituzionale, ma anche a uno più interattivo dove sarà possibile inserire le richieste di preventivi”, la produzione di newsletter per i buyer internazionali, sales guide, supporti di promozione e comunicazione, relazioni con la stampa italiana e internazionale.

“Per quanto riguarda le attività di promozione”, continua Hoffnung, “partecipiamo ora a Meeting Time come sponsor, mentre settimana prossima saremo all’IMEX America di Las Vegas. Seguiranno un workshop specializzato a Parigi il 15 novembre, l’EIBTM di Barcellona, dove avremo un grande stand, e un workshop in Spagna a marzo 2012”.

“Tutto questo dal lancio del progetto di start-up che abbiamo fatto a luglio in BTC fino a oggi: non è poco, considerato che, escludendo agosto, sono solo due mesi di lavoro. Lavoriamo ora al piano operativo 2012, che presenteremo alla prossima occasione pubblica” conclude Hoffnung.

Margherita Franchetti

Commenta su Facebook