Riconoscimento della professione: i PCO incontrano il Parlamento Europeo per cercare supporto politico
A
È stato fissato per la seconda parte dell’anno l’incontro fra gli esponenti di EFAPCO, la federazione europea delle associazioni di organizzatori congressuali, e i membri del Palamento Europeo sui temi del sostegno politico al settore degli eventi e del riconoscimento professionale dei PCO.

L’invito al presidente onorario dell’associazione, Nicolas Le Brun, è arrivato dalla vicepresidente del Parlamento Europeo Isabelle Durant, che individuerà e inviterà i colleghi parlamentari interessati a partecipare al confronto, programmato presso le sede di Bruxelles dell’Unione Europea.

“Il Parlamento Europeo ha 754 membri da 27 paesi ed è inutile sottolineare quanto io stessa apprezzi la professionalità di chi opera nella meeting industry e consideri strategico il ruolo dei PCO” ha detto Isabelle Durant. “Il settore degli eventi ha un impatto su un ampio spettro di attività che interessano il Parlamento Europeo, come il turismo e i trasporti, ma anche lo sviluppo culturale, sociale, scientifico, commerciale ed economico. Durante l’incontro potremo sicuramente affrontare le modalità con cui il Parlamento può offrire maggiore supporto politico alla meeting industry e riconoscere la professione degli organizzatori congressuali”.

Secondo la Durant, è importante che la meeting industry sia in grado di produrre dati statistici che non solo mostrino il valore economico dei meeting, ma anche il loro impatto su aspetti quali lo sviluppo sociale, l’ecosostenibilità e l’educazione e nella formazione. “Questo incontro è un’occasione d’oro” ha commentato Nicolas Le Brun. “Sarà mia cura che vi vengano invitate anche altre associazioni di settore interessate”.

Commenta su Facebook

Altro su...

EFAPCO

Associazioni