Federcongressi&eventi modifica lo statuto, quattro i cambiamenti sostanziali
A
L’assemblea straordinaria dei soci Federcongressi&eventi, riunitasi la scorsa settimana a Milano, ha approvato a maggioranza quattro modifiche dello statuto associativo.

La modifica più rilevante è quella che porta a otto i consiglieri di nomina elettiva aventi diritto di voto in Comitato Esecutivo (erano sei, essendo gli altri due designati da Federturismo e Confturismo). Quattro saranno eletti dai soci della categoria che rappresenteranno, mentre gli altri quattro verranno eletti da tutti i soci, a prescindere dalla categoria di appartenenza.

Con la seconda modifica acquisisce diritto di voto anche il past president, sino a ora ammesso ma senza questo diritto, ed entra – sempre con diritto di voto – la nuova figura del Coordinatore dei Delegati regionali, in sostituzione del Coordinatore delle delegazioni regionali e interregionali, ora abrogate e sostituite da un Delegato per regione.

Con un’altra modifica si precisa una norma già prevista nel precedente statuto: il presidente uscente, che sia stato in carica per due mandati consecutivi, non può candidarsi o essere candidato, per almeno un turno elettorale, né alla carica di presidente, né a quella di componente elettivo del Comitato Esecutivo; assume però il ruolo di past president ed è componente di diritto del Comitato Esecutivo.

Cambiano infine le categorie funzionali (da sei a quattro) nelle quali sono ripartiti i soci a seconda della loro attività principale: Destinazioni e sedi congressuali, Organizzazione congressi ed eventi, Incentivazione e motivazione, Servizi e consulenze.

Commenta su Facebook