Vietato usare PowerPoint alla conferenza annuale di Meetings & Events Australia
A
Vietate le presentazioni in PowerPoint, sì invece alla sperimentazione e all'utilizzo di format più interattivi e adatti ai meeting dal vivo: sono le indicazioni che Meetings & Events Australia, l'associazione nazionale che promuove la cultura professionale per il settore, ha dato agli speaker che interverranno alla prossima conferenza annuale.

Basta dunque a presentazioni con elenchi puntati, all’uso di clip art e grafici stereotipati, a format di presentazione standardizzati e, soprattutto, basta alla lettura delle slide dal podio, una modalità troppo rigida e superata dalle tecnologie – che ormai mettono a disposizione di tutti centinaia di presentazioni e slideshow sul web – per la quale può non valere la pena partecipare a un evento di persona.

Secondo Meetings & Events Australia, la cui mission è anche quella di guidare i propri associati a comunicare più efficacemente con gli eventi, i relatori devono compiere ogni sforzo per innovare le modalità espositive, cercando di personalizzare gli interventi con l’utilizzo di video e foto, il racconto di case history, aneddoti e storytelling, muovendosi con agio all’interno delle sale e interagendo maggiormente con i partecipanti per potenziare l'impatto delle proprie presentazioni.

Questo singolare appello, il primo di questo genere di cui si abbia notizia nel settore meeting ed eventi internazionale, vale per la prossima conferenza annuale dell'associazione, in programma dal 21 al 24 aprile al Sydney Convention and Exhibition Centre e per la quale sono attesi 900 delegati, ma vuole essere anche uno stimolo per i professionisti degli eventi che parteciperanno all'incontro affinché si facciano a loro volta promotori di format di eventi più efficaci, capaci di valorizzare meglio le possibilità offerte dagli incontri "live".

Commenta su Facebook