Presidenza italiana per l’associazione mondiale delle fiere: Corrado Peraboni al vertice UFI, Matteo Marzotto di Italian Exhibition Group entra nel board
A

Corrado Peraboni

La nomina di Corrado Peraboni alla presidenza dell’associazione mondiale delle fiere (UFI) è stata ufficializzata nel corso del congresso annuale dell’associazione che si è tenuto nei giorni scorsi a Johannesburg. Peraboni, già amministratore delegato di Fiera Milano e ora chair di CIPA Fiera Milano Publicações e Eventos, rimarrà in carica per il periodo 2017-2018.

Interamente rinnovato anche il board of directors, che vede ora un’importante rappresentanza italiana a conferma del valore del comparto fieristico italiano nel contesto internazionale: a farne parte con un mandato di 3 anni sono stati infatti chiamati Matteo Marzotto, vicepresidente esecutivo di Italian Exhibition Group, Giorgio Contini, direttore internazionale di BolognaFiere, e Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere che in UFI continuerà inoltre a ricoprire, anche per il prossimo triennio, la carica di first vice president del Capitolo europeo.

UFI riunisce 750 organizzatori fieristici di 85 paesi, e l’Italia torna al vertice dell’associazione dopo quasi 30 anni: dal 1925, anno della fondazione, UFI ha avuto 4 presidenti italiani, l’ultimo dei quali, Carlo Bertolotti di Fiera di Verona, aveva terminato il mandato nel 1989.

Commenta su Facebook