MPI Italia, conclusi a Milano gli esami per la certificazione professionale degli operatori della meeting industry
A
Elevare il livello professionale di chi organizza meeting ed eventi, ma anche riconoscerne la professionalità, che richiede competenze e saperi specifici: questi gli obiettivi della certificazione professionale di filiera che MPI Italia, capitolo nazionale della più ampia associazione internazionale Meeting Professionals International, ha introdotto lo scorso anno aprendola a tutte le figure coinvolte nella realizzazione di convegni.

Il progetto, che è stato sviluppato da Rodolfo Musco, procede speditamente: la scorsa settimana si è conclusa a Milano la più recente sessione d’esame, a seguito della quale i professionisti certificati sono ora 73, mentre già 8 persone si sono prenotate per le prossime sessioni. “È un progetto che abbiamo voluto fortemente” spiega Giovanna Lucherini, presidente di MPI Italia. “L’idea è quella di elevare il livello degli operatori del mondo convegnistico, di raggiungere standard internazionali e aumentare così la credibilità dell’Italia nella meeting industry mondiale”.

La certificazione erogata da MPI Italia, che è abilitata dal Ministero dello Sviluppo Economico a rilasciare attestati di qualità professionali ai sensi della legge sulla disciplina delle professioni non regolamentate, è rivolta a tre categorie di professionisti dei convegni – organizzatori, specialisti e tecnici – e può quindi essere di tre tipi: CMP.it (Italian Certified Meeting Professional), quella di più alto livello e quello con più richieste, per organizzatori di convegni; CMS.it (Italian Certified Meeting Specialist), rivolta a fornitori come gestori di centri congressi, sedi per eventi e alberghi, agenti di viaggio, caterer, assistenti congressuali etc; CMT.it (Italian Certified Meeting Technician), certificazione per figure tecniche com tecnici luci e suono, interpreti, tecnici audio-video, decoratori, scenografi etc.

Le prossime sessioni d’esame – i test, così come il materiale didattico, sono in italiano – si terranno a Roma il prossimo gennaio, a Bari in febbraio e a Napoli il 25 marzo, in occasione della BMT.

Commenta su Facebook