È partita la PCCO Academy: gli organizzatori congressuali verso un ruolo più strategico nei confronti dei clienti
A
Con una prima sessione molto partecipata ha preso il via questa settimana la PCCO Academy, il percorso di aggiornamento per organizzatori congressuali che Federcongressi&eventi organizza in collaborazione con il Convention Bureau Italia con l’esplicito obiettivo di aiutarli a svecchiare competenze, servizi e modelli di business per affrontare le nuove sfide del mercato mantenendo competitive le proprie imprese.

L’iniziativa, che si articola in 7 giornate di formazione lungo l’arco dell’anno condotte da relatori italiani e internazionali, parte dalla premessa che il PCO (professional congress organizer) non possa più essere solo un fornitore di servizi logistici-organizzativi, ma debba evolvere in un consulente strategico per il committente dell’evento, offrendogli servizi professionali di qualità e in linea con la trasformazione del mercato. Da qui il programma della PCCO Academy (la C aggiuntiva di PCCO sta proprio per “consulente”), che si sviluppa sui temi del client management, della fiscalità, della profittabilità del congresso, dei nuovi modelli di sponsorizzazione, della comunicazione digitale dei congressi associativi.

Il primo incontro si è svolto all’Unaway Hotel Bologna Fiera: sul palco Enrico Zuffi, della società di consulenza ginevrina EZ Associates che ha raccontato il nuovo scenario che caratterizza il mercato degli eventi (globalizzazione, millennial, sicurezza, mutamenti politici ed economici), e Patrizia Buongiorno, vicepresidente di AIM Group che si è invece soffermata specificatamente sull’evoluzione del ruolo dell’organizzatore congressuale.

Il programma delle prossime sessioni della PCCO Academy e le modalità di partecipazione sono consultabili sul sito di Federcongressi&eventi.

Commenta su Facebook