Congressi associativi: ICCA identifica 25mila potenziali ambasciatori di destinazione da coinvolgere per presentare le candidature
A
Un database rinnovato e arricchito, che ora contiene i nominativi di 25mila potenziali ambasciatori congressuali cui le destinazioni e i centri congressi si possono rivolgere per candidarsi a ospitare congressi associativi internazionali. ICCA, l’International Congress and Convention Association, ha appena reso disponibile ai soci l’upgrade del database, che da 15mila contatti passa ora a quasi il doppio.

Gli “ambasciatori congressuali” identificati da ICCA sono membri delle associazioni – mediche, scientifiche, professionali, accademiche – che organizzano congressi internazionali a cadenza regolare. Queste persone sono gli interlocutori di convention bureau, centri congressi e organizzatori che vogliono acquisire congressi da portare nella propria destinazione. Sono infatti i membri locali delle associazioni che candidano la propria città a ospitare un congresso e quasi sempre, almeno per quelli internazionali, lo fanno con il supporto tecnico e logistico degli operatori della destinazione.

I contatti individuati da ICCA derivano da un’analisi ragionata dei “big data” disponibili su Google Scholar e Microsoft Academic Search, motori di ricerca di accademici e professori di tutto il mondo. ICCA ha infatti analizzato i nominativi disponibili e selezionato per il proprio database soltanto quelli che figuravano nei siti web dei congressi delle rispettive specialità e che più probabilmente saranno quindi coinvolti anche nell’organizzazione di congressi futuri.

La prima versione del database, con 15mila potenziali ambasciatori congressuali, è stata introdotta un anno fa; da allora ICCA ha identificato e registrato nuovi congressi associativi che, alle prime edizioni nel 2014 o 2015, saranno ripetuti in futuro. I 10mila nuovi contatti aggiunti al database sono quelli relativi a questi nuovi congressi.

Commenta su Facebook