Film e congressi, due facce di una stessa medaglia: il Convention Bureau Italia firma un accordo di collaborazione con l’Italian Film Commissions
A
Le analogie fra due settori apparentemente molto lontani sono evidenti: come i congressi, anche le produzioni di cinema e televisione promuovono l’immagine del paese che le ospita, cui portano vantaggi economici e occupazione e, come i congressi, devono essere “acquisite”.

È da questo terreno comune, quello della promozione dei territori per lo sviluppo economico del paese, che prende le mosse il protocollo d’intesa firmato dal Convention Bureau Italia e dall’Italian Film Commission, due organizzazioni “omologhe” per mission e obiettivi.

L’Associazione Italian Film Commissions è infatti composta da 17 Film Commissions regionali e opera nella promozione dei territori e delle loro peculiarità presso gli operatori, le produzioni, gli autori e gli investitori del cinema e dell’audiovisivo. Le affinità, anche operative – entrambe le organizzazioni sviluppano iniziative in tutta Italia, promuovono il paese all’estero, partecipano agli eventi internazionali del proprio settore – sono emerse durante una sessione tenuta proprio dall’Italian Film Commissions alla convention di Federcongressi lo scorso marzo, e da lì all’intesa operativa il passo è stato breve.

Il protocollo d’intesa sottolinea il fine comune di arricchire le possibilità di promozione del territorio e della cultura italiana a beneficio di entrambi i settori. Siglato da Carlotta Ferrari, presidente del Convention Bureau Italia, e da Stefania Ippoliti, presidente dell’Italian Film Commissions, il documento prevede che le due organizzazioni mettano operativamente a sistema le competenze reciproche per fornire ai rispettivi interlocutori servizi sempre più completi: sinergie tra convention bureau e film commission locali, scambio di materiale promozionale, partecipazione condivisa alle principali fiere e festival, azioni congiunte nei confronti di stakeholder comuni sono alcune delle attività in programma.

La firma dell’accordo sottolinea la volontà del Convention Bureau e della Film Commission di promuovere la destinazione Italia e di rafforzare la propria presenza sul territorio costruendo legami e collaborazioni anche con realtà diverse da quelle dei propri settori.

Commenta su Facebook