Federcongressi&eventi: etica e trasparenza in Sanità al centro del seminario sulla legge 231
A
Il prossimo 17 novembre Federcongressi&eventi organizza a Milano, in collaborazione con FISM, la Federazione Italiana delle Società Medico-scientifiche, la seconda edizione del seminario Legge 231 – Regole e opportunità, che verterà sulla responsabilità penale delle imprese di organizzazione di eventi e delle società scientifiche in ambito Sanità e Pubblica Amministrazione.

Il workshop, che si terrà presso lo Starhotels Business Palace, vedrà la partecipazione ufficiale, oltre che di FISM, anche di Assobiomedica e Farmindustria, a riprova della volontà delle associazioni di riferimento del settore degli eventi medico-scientifici di condividere intenti a tutela dell’etica.

Il seminario è destinato a organizzatori di eventi operanti nel settore della Sanità, a società medico-scientifiche, ad aziende farmaceutiche e a enti pubblici, ospedali, ASL, rappresentanti legali di provider ECM, e fornirà indicazioni concrete e operative in merito agli adempimenti previsti dal decreto legge.

Si affronterà, in particolare, il tema che riguarda le conseguenze e le ricadute organizzative interne che conseguono all’applicazione della legge, soprattutto per le società medico-scientifiche e i PCO che operano nell’ambito dell’ECM.

Il presidente Paolo Zona sottolinea l’importanza per tutti i PCO del Modello di Organizzazione e Controllo (MOC) previsto dalla legge non solo per consentire la tracciabilità di ogni flusso organizzativo e finanziario, ma anche per "prevenire atti, anche quelli inconsapevoli, che costituiscono ipotesi di reato".

“La legge 231 ci incentiva a cambiare e aggiornare il nostro modo di pensare", precisa Zona. "Anche le nostre imprese PCO, ritenute in passato, a torto, il 'braccio armato' del farmaceutico e del biomedicale, debbono far scattare meccanismi di controllo a tutela della trasparenza del proprio operato. E questa è l’occasione giusta per imparare a farlo”.

Commenta su Facebook