La nuova Enit si convenzionerà con il Convention Bureau Italia, Radaelli conferma l’attenzione di Franceschini al comparto
A

Cristiano Radaelli

Sarà la convenzione con il Convention Bureau Italia la prima azione della “nuova” Enit a sostegno del rilancio della meeting industry italiana: l’Agenzia per il Turismo ha programmato di siglare l’accordo con la rete di imprese private che si è assunta il compito di sviluppare il mercato degli eventi incoming dopo la definizione del nuovo Statuto e dei nuovi obiettivi strategici e operativi, che dovrebbero essere messi a punto entro il 28 novembre.

Lo ha dichiarato il commisario straordinario di Enit Cristiano Radaelli nel corso dell’incontro, svoltosi lo scorso giovedì, con i rappresentanti delle associazioni di categoria fondatrici del Convention Bureau Italia (Federcongressi&eventi, Confesercenti-Assoturismo, Confturismo-Confcommercio, Federalberghi e Federturismo-Confindustria), confermando altresì l’attenzione del ministro dei Beni Culturali e del Turismo Dario Franceschini verso il settore congressuale.

“Prendo atto della conferma dell’attenzione del ministro verso il comparto economico della meeting industry” ha dichiarato il presidente di Federcongressi&eventi Mario Buscema, presente all’incontro, “ed esprimo apprezzamento per la sollecitudine con cui Radaelli ha pianificato la ristrutturazione dell’Enit, partner fondamentale per la promozione dell’Italia all’estero. Federcongressi&eventi guarda con fiducia a che queste dichiarazioni siano seguite da fatti concreti. Adesso che finalmente abbiamo per la prima volta un Convention Bureau nazionale più che mai occorre che la politica operi al nostro fianco nell’interesse di un’industria potenzialmente in grado, alla vigilia dell’anno di Expo, di rilanciare l’economia del paese”.

Il tema di come la politica può operare al fianco delle imprese del congressuale per rilanciare il comparto sarà al centro del Politicians Forum che si svolgerà l’11 novembre a Firenze nell’ambito di BTC, la fiera italiana degli eventi. In occasione del forum sarà presentato il Libro Bianco del Congressuale Italiano, documento promosso da Federcongressi&eventi e da BTC con le proposte e le indicazioni che le imprese rivolgono ai vari livelli della Pubbblica Amministrazione affinché si varino misure efficaci per lo sviluppo del mercato degli eventi.

Del panel di discussione delle proposte del Libro Bianco faranno parte Cristiano Radaelli, il sindaco di Torino Piero Fassino, il sindaco di Firenze Dario Nardella e il direttore dell’Agenzia del Turismo della Regione Lazio Gianni Bastianelli; in rappresentanza delle imprese interverranno Mario Buscema e la presidente del Convention Bureau Italia Carlotta Ferrari. L’invito è stato esteso anche al ministro Franceschini.

Commenta su Facebook