Convention Reckitt Benckiser: 4 giorni a Istanbul con team building sull’acqua
A
Un unico evento per motivare i dipendenti, management compreso, e, contemporaneamente, illustrare gli obiettivi aziendali. Questo il format "ibrido" dell’evento di 4 giorni che a metà maggio ha portato più di 270 ospiti a vivere in prima persona Istanbul, la destinazione più visitata della Turchia, e il suo porto, il Corno d’Oro.

Reckitt Benckiser, multinazionale che realizza prodotti per la pulizia della casa, si è affidata per il secondo anno consecutivo a Gattinoni per la realizzazione dell’incentive, il cui claim – The Power of One – sottolineava il concept dell’evento: evidenziare come l’impegno del singolo sia decisivo per permettere al gruppo di conseguire un obiettivo.

Per rafforzare lo spirito di gruppo Gattinoni ha organizzato 2 attività, di cui una dedicata esclusivamente al management. Il primo giorno, mentre il gruppo visitava i luoghi simbolo della città (la Moschea Blu, la Moschea di Santa Sofia e piazza Sultanahmet), i manager si sono cimentati in un team building a bordo di barche a vela, al termine del quale è stato consegnato a tutti un attestato di partecipazione.

Il giorno successivo, invece, è stato quello della convention e dell’attività motivazionale che ha coinvolto tutto il gruppo. In mattinata la sala plenaria del centro congressi del lussuoso Hotel Park Bosphorus, lo stesso in cui alloggiavano tutti i partecipanti, ha accolto il meeting: grazie a video emozionali realizzati da gattinoni, i manager hanno mostrato i nuovi prodotti, le strategie da intraprendere e i traguardi da raggiungere.

Nel pomeriggio il gruppo, diviso in 16 team, ha partecipato, sempre sulle acque del Bosforo, a una sfida sulle dragon boat, particolari canoe con la prua e la poppa rispettivamente a forma di testa e di coda di drago.

Serate a ritmo di musica per entrambe le giornate. La prima cena è stata servita in alcuni ristoranti tipici della zona del quartiere storico e tradizionale di Kumkapi con l’accompagnamento musicale di un gruppo locale mentre la seconda, svoltasi sull’isola di Suada, sotto il ponte del Bosforo, è stata il preludio a una serata a ritmo di musica con dj set.

Commenta su Facebook