Vanke presenta il padiglione per Expo, Promoest e Leonardo Network alla regia dell’evento per l’azienda cinese
A
Si estende su una superficie di 1.000 metri quadrati il padiglione con cui Vanke sarà presente a Expo 2015: la maggiore azienda immobiliare cinese, che fattura 2,3 miliardi di dollari l’anno e fornisce oltre mezzo milione di unità abitative e servizi di gestione a 1,5 milioni di cinesi, ha illustrato concept dell’edificio durante un evento che si è svolto nei giorni scorsi a Palazzo Marino e cui hanno partecipato il chairman dell’azienda Wang Shi, il console generale della Cina a Milano Liao Juhua e il team creativo che ha progettato il padiglione: l’archistar Daniel Libeskind, l’exhibition designer Ralph Appelbaum e il graphic designer Han Jiaying.

“Coerentemente con il tema di Expo Milano, Nutrire il pianeta, energia per la vita, abbiamo proposto il concept ‘shitang’ per il padiglione Vanke” ha detto Wang Shi. “Shitang in cinese significa ‘mensa’: vogliamo infatti esprimere la nostra idea di urbanizzazione e di comunità attraverso l’esperienza del cibo, uno dei modi più efficaci per capire una cultura”.  Il padiglione Vanke narrerà una storia cinese sotto forma di “foresta virtuale”: uno spazio unico composto da circa 300 schermi installati in modo irregolare dove sarà proiettato un cortometraggio che ritrae momenti di vita delle comunità cinesi, evidenziando il ruolo svolto dallo shitang nella quotidianità, e dove si potranno condividere momenti di incontro e di scambio, coerentemente con quell’ideale di armonia tra le persone, le persone e la comunità, le persone e la città, di cui Vanke è promotrice.

“Per una delle maggiori realtà economiche cinesi la scelta di essere per sei mesi a Milano, nel cuore dell’Europa, è testimonianza concreta di di uno degli obiettivi della Esposizione Universale: la creazione di  contatti e di reti di imprese, di scambio di tecnologie innovative, di possibilità di investimenti reciproci che costituiranno una delle più importanti eredità di Expo. Per Milano, per l’Italia e per una Cina sempre più protagonista sulla scena economica internazionale” ha commentato il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Dietro le quinte della presentazione, a organizzarne logistica, comunicazione, aspetti tecnici, nonché accommodation e trasferimenti della delegazione Vanke, c’era la rete di imprese per i servizi congressuali e di comunicazione Leonardo Network, i cui componenti si sono suddivisi i compiti in base alle rispettive competenze: Promoest ha coordinato gli aspetti organizzativi dell’evento, Dag Communication ha seguito le relazioni con la stampa e Teknocongress si è occupata della parte audio-video.

E proprio a Promoest potrebbe essere affidata nei prossimi giorni la gestione complessiva della presenza Vanke a Expo: l’organizzazione degli eventi corporate, lo staff per il padiglione, la comunicazione e le sinergie e i rapporti con le aziende italiane e internazionali che vorranno interloquire con Vanke in meeting B2B durante il semestre dell’Esposizione Universale.

Commenta su Facebook